Scontro in FIGC: Sibilia vs Gravina….

Tra le mille e mille difficoltà che caratterizzano questo periodo, non poteva mancare uno scontro tra il numero uno dalla FIGC, Gabriele Gravina e il suo vice Cosimo Sibilia, presidente della LND.

Leggendo l’articolo della Gazzetta dello Sport,  e riassumendo, Sibila lancia un appello e un’accusa: Così non si può andare avanti, senza contributi statali per il settore, si corre il rischio di far morire tantissime realtà dilettantistiche… “La misura adesso è colma e qualcuno dovrà prendersi la responsabilità di un disastro annunciato, invece di continuare a lanciare numeri e fare proclami come se il calcio a cui pensare fosse solo quello di vertice”. 

Chiaro il riferimento a Gravina che, da parte sua risponde: “Sibilia dice che è il tempo delle responsabilità? Ha pienamente ragione, le responsabilità io me le sono sempre assunte e continuerò a farlo. I contributi diretti arrivati alle società della Lega Dilettanti sono stati stanziati proprio dalla Figc durante il lockdown in primavera e , anche grazie al nostro lavoro con le istituzioni, la dimensione del calcio di base è in cima alle attenzioni del Ministero per lo Sport e dell’intero Esecutive”…. “tutti questi interventi non riusciranno a salvare il sistema perché, senza le adeguate tutele e gli immediati provvedimenti per il calcio di vertice, è tutto il calcio a non avere futuro”.

Fonte: FOL