SCOMMESSOPOLI – Erodiani inguaia Lotito: gestiva la combine

Massimo Erodiani, il collaboratore dell'inchiesta sul calcioscommesse, davanti a Roberto di Martino, procuratore capo di Cremona, conferma le accuse a Lotito. "Per quanto riguarda l'incontro di Coppa Italia 2010 tra Lazio e Albinoleffe, Lotito non solo era a conoscenza della presunta combine ma l'avrebbe anche gestita", queste le clamorosa affermazioni di Erodiani, finite a verbale nell'interrogatorio durato ben 7 ore e che proseguirà il 16 novembre.

 Dopo l'incredibile rivelazione, però, Massimo Erodiani fa mezzo passo indietro affermando di essere venuto a conoscenza che il medico Mario Pirani (anch'esso indagato)avrebbe appreso della combine messa a punto da Lotito. Quindi non era il tabaccaio di Pescara a essere a conoscenza del fatto in prima persona, ma lo aveva appreso grazie alle sue conoscenze.

Il bookmaker ha poi rivelato un particolare su un'altra presunta combine: Inter-Lecce del 2011, dove l'ex portiere della Cremonese Paoloni aveva garantito che il match si sarebbe concluso con un over. Paoloni aveva parlato, ai tempi, di un incontro avvenuto con i giocatori del Lecce Corvia, Vives e Rosati, proprio per "aggiustare" la partita. Ma in realtà quel presunto incontro ci fu, non con i giocatori ma con delle "comparse". Così Paoloni incassò i 200mila euro dagli zingari, ma della combine nemmeno l'ombra.

Fonte: sportmediaset