Schiavon: “Siamo delusi, ma questo pareggio non ci fermerà”

Eros Schiavon, centrocampista del Siena, è intervenuto ieri sera a Radio Siena Tv. Queste le sue dichiarazioni:

Trestina – “Siamo un po’ delusi, ma questo non ci fermerà, andremo avanti senza nessun timore. Oggi ho visto i miei compagni molto bene, Martina e Gibilterra hanno giocato fortissimo”.

La gara – “Avevamo visto le immagini degli avversari, sapevamo che da dietro loro lanciavano le palle lunghe per le spizzate degli attaccanti. La mia era una zona di copertura per i difensori, per recuperare le seconde palle. Nello sviluppo abbiamo cercato di fare il nostro meglio, ci siamo riusciti. Secondo me è stata un’ottima partita”.

Penalties – Il primo rigore c’era assolutamente, il secondo no. Farcas non sta tenendo l’avversario ma lo sta accompagnando, Esoussi si butta, non prende neanche la palla. È un tuffo, non credo che ci sia stata spinta del difensore altrimenti sarebbe rimasto in piedi e si sarebbero viste le mani allungarsi. In più è l’attaccante che la tocca con le mani. Dispiace perché è il secondo episodio che ci capita, in una partita che poteva darci tre punti”.

Bianconero – “All’inizio della stagione abbiamo scelto di sposare questi colori e questa maglia, chiunque entri in campo deve dare il massimo. Solamente in questo modo ottieni prestazioni del calibro di oggi (ieri, ndr). Dobbiamo continuare su questa linea qua, senza aver paura di nessuno. Sabato sarà una battaglia, l’affronteremo a viso aperto. Dobbiamo essere più forti di tutto e di tutti”.

Ruolo – “Sono nato mezz’ala, dall’anno scorso con Gilardino gioco davanti alla difesa. Le mie qualità sono da incontrista, recupero palloni, cerco di avviare la manovra”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol