Scazzola: Rispetto per la Pistoiese, ma la Robur si farà valere

D’Ambrosio e Terigi fuori, così come Campagnacci. Castiglia, di nuovo, non convocato: per la trasferta di domani sera in casa della Pistoiese, Cristiano Scazzola dovrà cambiare interpreti al suo Siena. “Anche chi ha giocato meno merita la maglia” dice. Al termine della seduta di rifinitura di stamani queste le sue dichiarazioni.

IL MOMENTO. “Nel calcio tutto è perfettibile. Ma nell’analisi di questo periodo non posso non tener conto dei miglioramenti che ha fatto la squadra: nelle ultime partite, al di là dei risultati, pur non avendole concretizzate tutte – e in questo dobbiamo imparare a essere più cinici – abbiamo creato tante occasioni e abbiamo concesso meno agli avversari. A livello di gioco, pur nella consapevolezza di poter far meglio abbiamo centrato buone prestazioni, anche contro Arezzo e Como. In questa categoria, e anche in serie B, le gare si giocano spesso sul filo dell’equilibrio e basta un episodio a decidere il punteggio. Per questo dobbiamo andare avanti con ottimismo”.

LE ASSENZE. “D’Ambrosio è squalificato, Terigi, purtroppo, è incappato in un nuovo guaio muscolare. Peccato, aveva trovato continuità. Chi sarà in campo, sono certo, non li farà però rimpiangere. Anche Campagnacci, che domenica ha preso una botta al ginocchio non sarà della partita, ma lunedì riprenderà regolarmente ad allenarsi. La rosa è numerosa e mi permette di provare più sistemi di gioco: stiamo lavorando al 4-3-3 che può esserci utile sia dall’inizio, sia a gara in corso”.

I GIOVANI. “Stanno facendo bene e un esempio è Jawo: la società ci ha visto lungo perché è un giovane di prospettiva. E’ arrivato da poco in Italia e deve ancora capire determinati movimenti. Ma ha tanta voglia di dimostrare e la fame è un’arma in più per una squadra”.

LA PISTOIESE. “E’ sicuramente una buona squadra, con alternative di qualità in particolare dal centrocampo in su. I punti che hanno non rispecchiano il loro valore. Ma noi siamo abituati a guardare solo a noi stessi, a lavorare per farci trovare pronti di fronte a qualsiasi avversario. Mancano 13 giornate alla fine del campionato e il nostro obiettivo è fare più punti possibile, contro chiunque e su ogni campo. Senza quell’ansia che ti fa sbagliare anche le cose più semplici”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line