Scazzola: Evitare ogni errore e crederci

“Evitare ogni errore e crederci”: è questa la ricetta del mister bianconero Cristiano Scazzola, alla vigilia della gara con la Cremonese. Altra sfida impervia, che la sua squadra “ha preparato con la massima attenzione per raggiungere la salvezza”.

LA PARTITA DI DOMANI. “Si tratta di una sfida importante, difficile, contro un’avversaria costruita per vincere, proprio come l’Alessandria, con un doppio organico, un ottimo allenatore e una società che ha fatto grossi investimenti. Qualche punto per strada lo hanno perso, ma fino all’ultimo lotteranno per la serie B. Più o meno la situazione è la stessa di due settimane fa. Senza essere ripetitivi, hanno una rosa, come quella con la capolista, al di sopra degli altri. Dovremo fare la partita perfetta, senza errori, né corali, né individuali, perché potrebbero costarci cari. Sono fiducioso, perché i ragazzi hanno lavorato bene. Ma non basta: dovremo rimanere concentrati dall’inizio alla fine, consapevoli che nel girone di ritorno contro l’Alessandria, l’Arezzo e il Livorno abbiamo fatto molto bene, due l’abbiamo vinte e una l’abbiamo persa immeritatamente. La gara per noi è al limite del proibitivo. Ma nel calcio la carta conta poco, conta il campo”.

LE CONDIZIONI DELLA SQUADRA E LE SCELTE DI FORMAZIONE. “Mancheranno ancora Freddi e Campagnacci, Gentile non è al cento per cento, ma sta meglio. A Carrara è entrato a gara in corso, ha qualche minuto in più sulle gambe, è disponibile. Non ci saranno grossi stravolgimenti di formazione, ma qualcosa cambierò. Non tanto perché abbiamo incontri ravvicinati, cosa che puoi guardare all’inizio dell’anno, ma non adesso che è importante ragionare di partita in partita, ma per correggere qualcosina che non è andata”.

LA PRESSIONE SUI GIOVANI. “So quello che ha detto Guerri, può essere una lettura giusta. Ma non voglio cercare alibi. Nel Siena di giovani ce ne sono tanti e come in ogni altra squadra devono crescere e anche velocemente se vogliono competere nel mondo dei professionisti, al di là di qualsiasi distrazione. Qualche errore ci può stare, ma adesso siamo quasi alla fine del campionato e certe pause possono costarci care”.

GLI OBIETTIVI. “Come detto dobbiamo andare avanti passo passo, cercando di fare più punti possibili il prima possibile. Dobbiamo allungare la distanza di sei lunghezze che ci separa dai play out, solo dopo possiamo guardare avanti, pur consapevoli che la decima posizione è a sole 4. Pensiamo a noi stessi, scendiamo in campo per fare delle belle prestazioni, che è da quelle che poi nascono i risultati”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line