Sannino: Domani una partita assolutamente da vincere

Dopo una settimana di alti e bassi, voci che si sono rincorse, punti pesanti fatti e non fatti, una buona notizia: “Brkic questa mattina si è allenato e sarà della partita”. A dirlo Giuseppe Sannino nella conferenza di presentazione di Siena-Bologna. Una partita dalla quale il mister bianconero vuole il massimo. O almeno, non il minimo. “Dobbiamo vincere assolutamente – ha detto -, pur sapendo di affrontare una squadra in salute che arriva dall'importante vittoria con il Cagliari. Anche se è il terzo incontro che giochiamo in una settimana, l'ennesimo sforzo che dobbiamo compiere per centrare il nostro obiettivo, dobbiamo farci trovare pronti: la sfida può essere determinante per il prosieguo del nostro campionato”. “L'importante – ha proseguito il tecnico -, sarà fare risultato, giochiamo sempre per i tre punti, ma non possiamo farci prendere dalla smania: se non si può vincere, l'importante è non perdere. Abbiamo comunque preparato la partita per fare risultato”.
Il monito non disperder energie nervose. “Dobbiamo guardare solo a noi stessi – ha spiegato Sannino -, agli altri non dobbiamo prestare attenzione. Non possiamo permetterci di sprecare le nostre forze per cose diverse dal campo. Dobbiamo solo pensare a far bene, essere concreti, 'rubare' se necessario: in queste ultime gare conta poco il bel gioco, contano i punti”. La realtà dice però che dietro nessuno molla e i risultati non pronosticabili che scaturiscono dai campi ogni volta, complicano i piani della Robur… “E' uno sbaglio guardare solo alle altre squadre – ha sottolineato Sannino -: anche noi in casa dell'Atalanta abbiamo centrato una vittoria insperata… Chiunque credo, avrebbe sottoscritto due punti in più in classifica dopo le trasferte di Bergamo e Milano. Invece ne abbiamo tre, avendo fornito un'ottima prova anche contro l'Inter”. “Alla fine il calcio è bello perché ha dell'imponderabile – ha aggiunto -. Il Siena deve essere solo consapevole di quello che fa: gli altri possono anche spingere e tanto, ma sono loro a dover rincorrere noi. Con tutti i dubbi e le paure del caso, dobbiamo puntare solo sulle nostre forze e sapere che fino al 94' di ogni partita c'è da giocarsela”. Bocca cucita, ormai si sa, sulla formazione. “Scenderanno in campo i giocatori che mi danno maggiori garanzie – ha chiuso Sannino -. Bogdani? Fa parte dei 24 convocati”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line