Sannino: Dispiaciuto per i nostri tifosi

Lo scorso giugno l’avventura della Robur al Franchi si concluse con lo scontro Siena-Varese che mise di fronte Conte e Sannino, il primo alla guida dei bianconeri, il secondo condottiero del Varese (per la cronaca finì 5-0). Destino ha voluto che l’esordio casalingo di questa stagione veda di nuovo affrontarsi i due allenatori. Il campionato, infatti, non partirà domani. Il derby slitterà a data da definirsi. Ospite della prima partita al Franchi, il 18 settembre, sarà la Juventus di Conte, che sederà proprio nella stessa panchina scelta per la cavalcata della serie A. Giuseppe Sannino del rinvio dell’inizio di campionato, è molto dispiaciuto. Per la situazione in sé, ma soprattutto per i tifosi bianconeri. “Sono loro che riempiono gli stadi, sono la parte più importante dello spettacolo – ha detto il mister -, e so quanta attesa c’era in città per il derby. E’ soprattutto per loro che in questo momento mi sento così. Ma anche per il fatto che la decisione definitiva si sia saputa soltanto alle 12 di questa mattina, dopo aver vissuto tre giorni nell’incertezza. Proprio per questo, da una parte, è meglio così: giocare all’improvviso sarebbe stato peggio”. “Ora continueremo a prepararci – ha aggiunto Sannino -, cercando di convogliare le forze per la trasferta di Catania. Non ci sono modi particolari per ovviare a situazioni come queste: c’è solo il lavoro. Domani pomeriggio giocheremo in amichevole a Poggibonsi, mercoledì a La Spezia. E’ rimasto tutto uguale, tranne l’attesa tradita per il derby”. Sannino preferisce non sbilanciarsi con le opinioni, “vive in mezzo alle due realtà, calciatori e società”. “Tutti possono avere le proprie ragioni – ha spiegato il mister bianconero -, l’importante è che giocatori e presidenti trovino una soluzione definitiva al problema”. Eppure, l’articolo 7 del contratto, che riguarda i giocatori fuori rosa, coinvolge anche il lavoro del mister… “Per quanto mi riguarda, ho sempre cercato di rispettare i ragazzi ai margini della pseudo rosa – ha ammesso -. Ma un tecnico non può allenare 35 giocatori. Se un calciatore ha la possibilità di prepararsi con allenatori con patentino e massaggiatori a disposizione può andar bene. L’importante che siano a posto nei diritti. Vivere ai margini non è bello, lo capisco, purtroppo però le rose sono ampie, il numero dei giocatori in esubero è altissimo. Ora si sta tornando a rose piccole, ma non basta. Un allenatore deve avere la facoltà di scegliere i giocatori in rosa, sempre nel rispetto di tutti”.
Sannino ha anche affrontato l’argomento mercato. “Il direttore ha fatto un bel lavoro, non lo devo certo dire io: ha portato forze fresche in tutti i ruoli. Qualcosa da rimpinguare c’è sempre, ma sono già contento così. Come dico sempre i miei giocatori sono i migliori del mondo. Ed è sbagliato vivere di utopie, bisogna vivere di realtà: il Siena deve fare i passi che può fare. Se poi arrivasse anche un ultimo tassello meglio”. Per la presentazione, Michele Paolucci non è salito sul palco a riturare la maglia. Questa la spiegazione del mister: “Sicuramente il numero dei giocatori in rosa è sempre abbastanza esoso – le sue parole -. Spero per Siena, ma soprattutto ai e per u ragazzi in esubero che trovino una collocazione. Non è bello giocare poco. Il mercato si sta avvicinando e a quel punto tireremo le somme. Sceglieremo la rosa che ci dà maggiori garanzie. Poi c’è sempre il mercato di gennaio. La mia idea è comunque partire con questi e finire con questi: significherebbe che è stato fatto tutto bene”. Dagli addetti ai lavori il Siena è stato considerato una squadra di medio-bassa classifica, Sannino ci ride su. “Non vorrei che gufassero – ha concluso -… Ì numeri non valgono molto. Ovviamente mi fa piacere che sia stata seguita una linea giusta e portate avanti nelle idee. Personalmente, però, preferisco partire dal basso e anche di più. Parto dal presupposto che la palla ce l’hanno sempre gli avversari e che noi dobbiamo conquistarla. Il campo è l’unico modo per sovvertire ogni pronostico”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line