Salvezza conquistata in anticipo e momento di grazia: la Sangiovannese è in forma smagliante

Mentre è ancora atteso il pronunciamento del Collegio di Garanzia del Coni relativamente alla gara d’andata, la Sangiovannese arriva al Rastrello con il vento in poppa. La formazione valdarnese è la squadra più in forma di tutto il girone, e i numeri sono lì a testimoniarlo: i sette i risultati utili consecutivi hanno infatti portato in dote 17 punti alla squadra biancazzurra, che con questo filotto ha definitivamente archiviato la questione salvezza con sette giornate di anticipo. Un grande risultato per una squadra che, ai nastri di partenza, era considerata come una tra le meno attrezzate per il mantenimento della categoria.

I meriti principali di questa grande stagione sono da attribuire ad Agostino Iacobelli: il tecnico campano ha plasmato alla perfezione un gruppo formato da tantissimi ragazzi giovani, andando ben oltre ogni più rosea aspettativa. Sulla squadra non hanno nemmeno pesato la squalifica comminata all’allenatore del Marzocco (per omessa denuncia di una combine risalente alla stagione 2018/19, quando Iacobelli era allenatore dell’Aglianese) e le pesanti defezioni subite dalla squadra ad inizio stagione, ovvero gli infortuni di Papi e Scoscini, due tra i pochissimi over che la rosa biancazzurra può annoverare. Al contempo, questo è servito a responsabilizzare i più giovani, che hanno sempre risposto presente: da Ceccuzzi a Baldesi, da Mencagli a Migliorini fino ad arrivare al senese Barellini, che è stato impiegato in quasi tutte le zone del campo.

A Siena sarà ancora 4-2-3-1, con una formazione prevalentemente votata all’attacco per provare a stupire. Anche perché, con la salvezza ormai in tasca, il Marzocco non si tirerà indietro ma cercherà di fare punti per avvicinare e magari entrare in zona playoff. (Jacopo Fanetti)

Foto: Facebook Sangiovannese
Fonte: Fol