ROSSETTINI: GRANDE EMOZIONE PER L’ESORDIO

“Sabato è stata una grande emozione per l’esordio.” – ha dichiarato Luca Rossettini – “Sono qui da sole tre settimane e poi si giocava contro la squadra Campione d’Europa, meglio di così non poteva andare, anche se è mancata la vittoria sono comunque contentissimo”.
Come procede il tuo inserimento nella squadra?

I ragazzi sono bravissimi e mi sono stati vicini. Hanno cercato sempre di farmi sentire parte integrante del gruppo come se facessi parte della rosa dall’inizio dell’anno e per questo l’inserimento è stato abbastanza agevole. L’ulteriore dimostrazione l’ho avuta sabato sera: mi sono stati vicini prima, durante e dopo la gara.

Sabato hai giocato in un ruolo che non è il tuo ma ti sei comunque disimpegnato molto bene

Si, effettivamente non è il mio ruolo ma sono disponibile anche a ricoprire quello anche se non sono un giocatore di grossa spinta, ma forse quello di cui c’era bisogno sabato era di stare ben coperti dietro, siamo stati bravi a non prendere gol fino all’ultimo anche se poi il Milan ha agguantato il pareggio. Se c’è possibilità di giocare anche fuori ruolo siamo tutti disponibili e cercheremo di fare il meglio.

Mister Mandorlini ti ha voluto fortemente a Siena

Al mister devo tantissimo, crede tanto in me e spero di ripagare la sua fiducia e di dimostrargliela sul campo.

Si dice tu sia anche un ottimo studente

Mah è da discutere, sono ancora iscritto a Padova alla facoltà di ingegneria ma chiaramente da quest’anno dovrò ridimensionare questo campo.

Domenica una trasferta non facile a Torino

Sabato abbiamo giocato un’ottima partita e nonostante il risultato siamo soddisfatti e orgogliosi della nostra prestazione, andiamo a Torino con la consapevolezza di giocare contro una buona squadra e sarà una gara non certo facile. E’ proprio contro queste squadre che dobbiamo cercare di raccogliere più punti possibile.

Bertotto rientra in gruppo, vi aspettano tre gare in una settimana e Rossettini c’è

Rossettini c’è, rientra anche Bertotto, aspettiamo le scelte dell’allenatore. C’è sicuramente bisogno di tutti perché appunto ci sono tre partite in una settimana e probabilmente ci sarà turn over.

Rosina e Recoba fanno paura a tutte le difese, anche a quella del Siena?

Si giocatori di questo calibro fanno sempre paura, ma se continuiamo a lavorare come nelle ultime settimane i risultati arriveranno. Con una maggiore cattiveria sabato avremmo vinto. A Torino faremo di tutto per non subire reti.

Un bilancio del Siena dopo le prime tre gare

Forse con la Sampdoria potevamo fare di più ma il fatto di avere strappato un punto al Milan ed aver rischiato di vincere ci dà fiducia e ci carica non poco. Comunque sono solo tre partite.

Il tuo idolo?

Paradossalmente il mio idolo è Nesta, ed è stato anche sotto questo punto di vista un esordio particolarmente emozionante.

Fonte: www.acsiena.it