Rosina: Pronti al rush finale, ma attenzione al Padova. Meritiamo i play off

Non si sente il simbolo della Robur, ma "un giocatore importante per la squadra, che da due anni a questa parte sta dando tutto per la maglia bianconera, conscio delle proprie possibilità": Alessandro Rosina con la rete strepitosa segnata a Latina ha eguagliato il record stagionale personale di undici reti, trascinato il Siena in zona play off e si è conquistato la seconda standing ovation dopo quella di Reggio Calabria. " No, non mi sento Del Piero – ha sorriso il fantasista -. A lui mi accomuna semmai la soddisfazione di aver ricevuto gli applausi da un pubblico 'nemico' che sia composto da 500, 10mila o 80mila persone. Ne sono estremamente orgoglioso. Ammetto di aver segnato una bella rete, ma sono contento soprattutto che sia valso una vittoria che ci serviva, ottenuta su un campo ostico in una partita che abbiamo dominato". Un gol dedicato ai compagni di squadra. "Quello che stiamo vivendo è sotto gli occhi di tutti – ha spiegato Rosina -, tutte le difficoltà che abbiamo affrontato e quanto è stata dura essere dove siamo. Il successo di Latina ci ha permesso di rientrare in zona play off e vogliamo rimanerci. Perdere avrebbe significato prendere una brutta botta e rendere complicatissimo il rush finale del nostro campionato".  Due finali attendono la Robur, la prima sarà domenica, in casa, contro il Padova. "La partita contro la Reggina, già retrocessa, ci ha dimostrato che nessuno regala niente – ha chiuso il bianconero -. Il Padova dovrà vincere per forza e l'impegno si preannuncia duro. Probabilmente sì, si apriranno un po' ma dovremo stare attentissimi. Vogliamo dare continuità alle ultime due vittorie per raggiungere il traguardo in cui tutti speriamo. Ce lo meritiamo". (Angela Gorellini)     Fonte: Fedelissimo on line