Rosina: “Il mio Siena contro tutti”

Rosina, tira la bomba tira la bomba. Il piede è caldissimo, il piglio da leader c'è tutto: si vede e si sente. Al Siena lo sanno che il sogno passa da lui. E non a caso hanno fatto ricorso al Tnas per i 2 punti di penalizzazione legati alle mensilità di maggio e giugno 2013.

Ma vi sentite addosso tante attenzioni?
«Sappiamo di essere competitivi. Sul campo abbiamo fatto tanti punti. Dobbiamo difendere la classifica e migliorare. Ci sono 6 gare, non sono poche e tiriamo al massimo per raggiungere l'obiettivo».

E' finito il tempo dei rimpianti?
«Sì, quello direi proprio di sì. Inutile pensare a ciò che poteva essere e non è stato. E', una stagione troppo complicata, meno male che abbiamo imparato a conviverci. Guardare con ottimismo al futuro è la cosa che dobbiamo fare in questo momento cruciale della stagione».

Quale tipo di forza potete mettere in campo?
«Le qualità si sono viste, in campo e fuori. Dall'esterno ci viene riconosciuto. Certi valori ci sono, altrimenti non saremmo arrivati fin qui. Questo è davvero un grande gruppo, non ce lo diciamo da soli né per tirarci su il morale. Lo è nei fatti. Speriamo di continuare a far valere questa forza».

Contro il Modena siete pronti a tutto?
«Il valore della prossima partita è innegabile. Adesso andiamo verso la fine e siamo in tanti nel giro di 4-5 punti. E' bello un campionato così, è tutto da giocare. Siamo in un bel finale di stagione. Loro vengono da una striscia importante e giocheranno a Siena per prendere punti. Sta a noi fare ciò che sappiamo fare».

Rosina ha sparatole migliori cartucce o il bello deve ancora venire?
«Sento di aver molto da dare. Manca ancora tanto e ora bisogna stringere i tempi. Voglio metterci tutta l'anima, mi sento bene».

Chi è l'avversario più temibile per i play off
«Ci sono diverse squadre, anche neopromosse, che sembravano aver rallentato e ora hanno ripreso a fare punti come Avellino, Trapani e Lanciano. Empoli in A subito, poi le altre si giocano tutto».
di Massimo Boccucci

Fonte: Corriere dello Sport