ROSI: VOGLIO FAR MEGLIO DI ZUNIGA

 

Dopo la partenza di Zuniga si è parlato tanto di chi potesse essere il suo sostituto. Di nomi ne sono usciti tantissimi, adesso la Robur ha il suo terzino destro: Aleandro Rosi. Romano della Garbatella, classe 1987 (e di maglia ha preso proprio l’87), il giocatore, che vanta numerose presenze nelle nazionali minori, ha una spiccata propensione offensiva. Il diesse Manuel Gerolin, nel presentarlo, ha ammesso che sotto molti aspetti ricorda il colombiano che lo ha preceduto. E Rosi ha confermato. “Certo che spero di fare bene come Zuniga – ha detto alla prima conferenza da bianconero –, ma se possibile anche meglio. Mi rivedo in lui: mi piace andare avanti, spingere sulla fascia e crossare, ho corsa”. Il motivo che lo ha spinto a scegliere Siena, nonostante il pressing del Livorno che lo avrebbe riaccolto a braccia aperte dopo l’ultima stagione, è presto detto. “Il Siena è in serie A ormai da diversi anni, è una squadra organizzata e collaudata che può dire la sua in questo difficile campionato – ha spiegato –. Conoscevo già tanti dei ragazzi e tutti mi hanno detto la stessa cosa: ‘vieni qua che se sta bene’. Il fatto che Giampaolo mi abbia voluto poi mi ha motivato ancora di più: so che è un tecnico che mi può dare tanto, sono a sua completa disposizione”. Il mister, però, dovrà attendere ancora un po’, prima di poterlo mettere in campo. “Sì, ancora non sto benissimo fisicamente – ha concluso Rosi –, per l’esordio di sabato con il Milan non posso farcela. Ce la metterò tutta per farmi trovare pronto per la trasferta di Cagliari. Altrimenti si andrà a dopo la sosta”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line