Rosi: “In campo con il Siena con l’amarezza per Pescara”

Lasciarsi alle spalle la battuta d’arresto di domenica scorsa e riprendere la marcia iniziata con Sampdoria, Torino e Roma. Il leit-motiv della settimana crociata sembra questo, ma Aleandro Rosi predica comunque cautela:
“Pescara ha dimostrato ancora una volta che partite facili non ce ne sono. Possono esserci squadre più forti di altre, ma il campo poi racconta un’altra storia. Sulla carta siamo superiori al Siena, ma proprio per quello che è successo anche domenica scorsa sappiamo che non sarà facile. Stiamo comunque preparando bene la partita, abbiamo l’amarezza di Pescara da mettere in campo”.

A Pescara secondo molti il Parma non ha avuto la giusta determinazione:
”Si scende sempre in campo per battere l’avversario. Poi il risultato può venire o no, ma la determinazione non manca mai”. In questo inizio di stagione Aleandro Rosi ha trovato molto spazio e segnato anche due gol importanti nelle vittorie con Chievo e Torino: ”Sono contento di questi tre mesi. Di carattere sono uno che fa fatica ad aprirsi subito, invece qui mi sono ambientato in fretta. Non mi aspettavo di fare così bene”.

 Un rendimento che potrebbe essere premiato con la convocazione di Prandelli per l’amichevole che l’Italia giocherà al Tardini con la Francia?
 “Chiunque giochi a calcio spera di arrivare in Nazionale. Se il mister deciderà di darmi questa opportunità, ben venga. Io umilmente cerco di fare bene qui a Parma anche per mettermi in mostra nel migliore dei modi”. E continuare così a migliorare: “In estate ho fatto una dura preparazione con Zeman, poi sono stato fermo qualche giorno per finalizzare il trasferimento e quando sono arrivato a Parma ho fatto fatica ad adattarmi a un lavoro completamente diverso, ma mi sono messo sotto e ho lavorato per raggiungere il livello dei compagni. Di migliorarsi poi non si finisce mai, giocatori come Totti o Zanetti ne sono l’esempio, grandi campioni che più passa il tempo e più dimostrano voglia di migliorarsi”.

Per ora, Rosi ha già eguagliato il suo record di gol stagionali:
“Ma non mi do nessun obiettivo in questo senso. Penso solo a continuare su questa strada, che è quella giusta”. La gara col Siena fa proseguire un novembre che poi vedrà il Parma in trasferta a Udine e in casa con l’Inter, per un calendario non semplice: “Io guardo partita dopo partita. E’ complicata con l’Inter così come è complicata col Pescara. Ogni partita fa storia a sè. Adesso affronteremo il Siena, una partita che sarà una battaglia perché loro sono una squadra tosta. Sarà una bella partita. Di Siena ho un ricordo bellissimo, a prescindere dalla retrocessione: mi sono trovato benissimo con i compagni, con la città”.

Fonte:  sportsbook24.net