RIPARTIRE SUBITO!

Il tempo dei se e dei ma è finito. Dalle ore 16,45 odierne, il Siena è ufficialmente in serie B dopo sette anni di A. Tanto è stato detto che aggiungere troppe parole, ci pare al momento fuori luogo. Da questo spazio possiamo solo inviare due consigli. Uno, importantissimo, al presidente Mezzaroma. Per lei e per tutta la società, da oggi è il momento di rimboccarsi le maniche. Le parole dovranno lasciare lo spazio a fatti concreti e il primo è quello di annunciare, prima del termine del campionato, il nome del nuovo direttore sportivo. Con la stessa tempistica ci auguriamo che dal presidente venga una riconferma importante nel parco giocatori. Stiamo parlando di Massimo Maccarone, giocatore determinante per risalire al più presto in serie A. Dopo le delusioni dello scorso anno e la gran mole di fiducia (mal ripagata) nei confronti degli allora dirigenti, quest’anno saremo, ce lo permetta, più cattivi (tradotto: più attenti) e non accetteremo troppi compromessi. Gente come Buffon, Del Piero, e Baresi hanno giocato in serie B, contribuendo in maniera essenziale alla risalita delle proprie squadre, e quindi non accetteremo frasi del tipo “come si fa a tenerlo”. Si può e si deve fare, soprattutto per dimostrare che la società non si ferma, che va avanti e vuole ottenere i risultati che ci competono.

L’altro consiglio lo rivolgiamo a tutti i tifosi del Siena, cioè anche a noi stessi. Chi vuole veramente bene al Siena sa che dopo avere dato giusto sfogo a ogni polemica e contestazione verso i responsabili di questa retrocessione, deve guardare avanti e non mollare. L’amore verso questi colori, verso la maglia, verso la Robur, va oltre una debacle sportiva. Per questo, quindi, è giunto il momento di mettere da parte il “tutti contro tutti” che ha caratterizzato gli ultimi mesi. I tifosi devono mostrare unità d’intenti, soprattutto adesso, in un momento difficile.

La nostra società è sana economicamente, lo sponsor ha confermato il suo impegno, insomma ripartiamo con una base che tante società si sognano. Non sprechiamo nulla e soprattutto facciamolo subito, senza aspettare. Forza Robur! (Antonio Gigli)

Fonte: Fedelissimo online