RIGORI, MIRACOLI E NEBULOSE IDEE DI MERCATO di Senio Losi

A salutare la prima partita di campionato del 2014 del SIENA è un prezioso pari a reti inviolate, frutto di un confronto all’arma bianca contro un belligerante CROTONE.

Ancora frastornati dai continui schiaffi di mercato, i BIANCONERI se la vedono brutta quando lo scoppiettante DIOP (VOTO 4 per la bruttezza) viene sdraiato in piena area di rigore dalla associazione a delinquere firmata MATHEU-LAMANNA, con quest’ultimo punito con un abbagliante cartellino rosso.

Con la sfortunata uscita del ragno neo, ecco che entra in campo quello che sarà il protagonista indiscusso dell’incontro, FARELLI (VOTO 7,5), che esordisce subito parando il rigore.

Il SIENA si riordina e si riorganizza, non riuscendo però a mordere la difesa ospite e schiacciandosi pericolosamente nella propria metà campo.

Complice un grande spirito di squadra e la voglia di lottare, resistiamo colpo su colpo alle incursioni degli uomini di DRAGO.

DEL PRETE (VOTO 6,5) crea non pochi grattacapi alla difesa bianconera, mettendo in mezzo circa una novantina di cross che non vengono fortunatamente sfruttati a dovere dai compagni, primo tra tutti quel brindellone di ISHAK (VOTO 2) che si mangia una rete come pochi avrebbero fatto.

E mentre FARELLONE continua il suo show di parate sui tiri ravvicinati e da lontano, soffrendo però qualche cross rasoterra, VALIANI (VOTO 7) prova a bombardare lo svampito GOMIS, noto e rinomato “cazzaro”, che purtroppo risponde a dovere, come nell’ultimo assalto BIANCONERO guidato dal sempre ottimo ROSINA (VOTO 7,5).

Tutto sommato, per come si erano messe le cose, è un buon pareggio, tutto conquistato con le unghie e con i denti, lottando su ogni pallone e rimanendo concentrati fino alla fine.

Mancano ancora 4 giorni alla fine dell’inquietante mercato invernale, ancora pochi giorni e sapremo cosa ci riserverà l’oscuro futuro. (Senio Losi)

Fonte: Fedelissimo Online