Rifinitura per il Siena: senza Matu Reja pensa alle due punte, Cana si ferma in allenamento… Biava e Rocchi ok

La Lazio scende in campo per preparare la gara con il Siena che domani si giocherà all’Olimpico. Gli uomini di Reja alle 17 si sono ritrovati sul campo per sostenere la seduta di rifinitura. Come affermato dal mister friulano nella conferenza stampa che ha preceduto l’allenamento dovranno essere valutate in queste ore le condizioni di Matuzalem, Biava e Rocchi. Il brasiliano nella giornata di ieri ha effettuato una risonanza magnetica di controllo al ginocchio sinistro. L'esame, eseguito presso la clinica Paideia, ha evidenziato la presenza di uno stato infiammatorio. Oggi non si è allenato in gruppo ipotecando la sua assenza per il match, mentre Biava ha svolto lavoro differenziato insieme a Radu. Il centrale lombardo durante il match con l’Udinese è uscito per una forte contusione al ginocchio, ma domani dovrebbe esserci . Rocchi è molto stanco, gioca da titolare da quando Klose si è fatto male circa 35 giorni fa, e avrebbe bisogno di rifiatare. Oggi ha lavorato in gruppo, probabilmente stringerà i denti anche domani.

CANA SI FERMA IN ALLENAMENTO – Durante lo svolgimento della seduta il giocatore albanese si è fermato, ha parlato con il dott. Bianchini a bordo campo e subito dopo ha abbandonato il terreno gioco sul quale si stava allenando con i compagni. Era uscito zoppicante dal Friuli a causa di una leggera distorisione alla caviglia, in attesa della pubblicazione del bollettino medico la sua presenza è in dubbio.

UNA O DUE PUNTE? – Le scelte di Reja naturalmente non riguardano solo gli elementi da utilizzare ma anche il modulo da proporre contro il Siena. Non ci saranno Dias (tre turni di squalifica) e Marchetti (quattro turni), oltre ai sei infortunati Klose, Lulic, Radu, Stankevicius, Brocchi e Hernanes. Senza Matuzalem, e probabilmente Cana, le possibilità di vedere la Lazio in campo le due punte sono molte: Ledesma al centro di Candreva e Gonzalez con Mauri e supporto di Kozak e Rocchi. Al fianco di Ledesma ci potrebbe però essere l'albanese in un 4-2-3-1 con Mauri, Gonzalez e Candreva a supporto dell’unica punta Rocchi. Le condizioni del giocatore, però, andranno valutate in queste ore. Per questo motivo non è da escludere l’ipotesi 4-3-1-2, nonostante le deludenti partite giocate dalla Lazio con in campo il doppio attaccante. Reja sembrerebbe intenzionato a dare una nuova chance a questo modulo. La seduta di domani mattina sarà fondamentale per conoscere la volontà del mister laziale che ormai ha abituato un po’ tutti a cambi di modulo inaspettati all’ultimo secondo utile.

Fonte: lalaziosiamonoi.it