Reggina-Siena 0-0

REGGINA (3-4-1-2): Puggioni, Adejo, Acerbi, Cosenza (dall’11’ st Burzigotti); Laverone, Castiglia (dal 31′ st Viola), Rizzo, Barillà; Missiroli, Bonazzoli, Campagnacci (dal 24′ st Adiyiah). All. Atzori
A disp.: Kovacsik, Burzigotti, Viola, Rizzato, Tedesco, Colombo, Adiyiah
SIENA (4-4-2): Coppola, Vitiello (dal 35′ st Ficagna), Rossettini, Terzi, Del Grosso; Troianiello (dal 20′ st Reginaldo), Carobbio, Bolzoni, Sestu; Brienza, Mastronunzio (dal 17′ st Calaiò). All. Conte
A disp.: Farelli, Ficagna, Brandao, Marrone, Kamata, Reginaldo, Calaiò
ARBITRO: Calvarese di Teramo (Rubino-Melo/Giallanza)
AMMONITI: 41′ pt Rossettini (S), 42′ st Barillà (R), 47′ st Del Grosso (S), 48′ st Reginaldo (S)
ESPULSI: nessuno
ANGOLI: 4-2
MARCATORI:
SPETTATORI: 4.556 di cui 3.565 abbonati e 991 paganti. Senesi 22

Reggina-Siena: la Robur cerca la prestazione perfetta anche lontano dal Franchi per mantenere il primato e continuare la corsa. I padroni di casa se la vogliono giocare: non dichiarano obiettivi, ma cullano la speranza dei play off. Conte ripropone Troianiello sulla fascia destra, con Brienza che si sposta in avanti accanto a Mastronunzio. La coppia centrale di difesa è quella formata da Rossettini e Terzi, alla fine i migliori. Atzori preferisce Campagnacci ad Adiyiah, sulle fasce Laverone e Barillà. Lo 0-0, frutto di una gara non bellissima, con poche occasioni dall’una e dall’altra parte (tra queste il palo proprio di Terzi), è comunque per la Robur un risultato positivo: su un campo ostico come il Granillo i bianconeri non subiscono reti e mantengono il primato, almeno fino a lunedì.

Buon inizio della Robur, ma la prima occasione è per la Reggina: all’8′ Terzi perde palla al limite dell’area, Bonazzoli passa a Campagnacci, l’attaccante pressato da Vitiello è costretto a defilarsi e conquista un angolo. Sugli sviluppi la conclusione dalla distanza di Rizzo esce di poco alla sinistra di Coppola. Subito, dall’altra parte, Bolzoni cerca di approfittare di un retropassaggio sbagliato: il tiro colpisce un avversario. Altissimo al 10′ il bolide di Campagnacci. Al 14′ ottimo Coppola sul tiro-cross di Barillà: secondo angolo per i padroni di casa, Rizzo dal limite mette fuori. Al 16′ Barillà non riesce a fermare se non fallosamente Troianiello: Carobbio batte la punizione, proprio Barillà respinge. La Reggina è ripiegata nella propria area. Al 18′ Terzi non arriva per pochissimo sulla bella palla pennellata di Carobbio (fallo di Laverone su Sestu). La gara perde mano a mano in vivacità: lo scossone al 27′, quando Terzi, sul cross perfetto di un propositivo Del Grosso, colpisce di testa il palo. Alle stelle il tiro dalla distanza di Troianiello al 29′. Non si sblocca il risultato. Al 40′ ancora l’esterno cerca Mastronuncio, ma Adejo fa buona guardia, Sestu sulla ribattuta non trova lo spiraglio giusto. Al 44′ non passa il passaggio in mezzo di Brienza: Rizzo ci mette il piede. Un solo ammonito al rientro negli spogliatoi: Rossettini, diffidato, non prenderà parte al derby con il Livorno.

Nella ripresa subito Reggina in avanti: attenti Coppola al 1′, Bolzoni al 4′. Il portiere non ha problemi neanche sulla conclusione di Laverone al 5′. Al minuto successivo il centrocampista della Reggina sbaglia un retropassaggio, in uscita a terra Puggioni anticipa Sestu. All’8′ protagonista ancora Laverone: perfetto il suo traversone su cui però non arriva nessun compagno. La Reggina attacca, il Siena si difende. Incontro molto spezzettato, costellato da errori. Al 18′ Burzigotti, dalla distanza, non crea problemi a Coppola. In una gara senza troppe emozioni ci prova Sestu al 27′: Puggioni in salto lo anticipa. Il portiere non ha problemi nemmeno al minuto successivo sul tiro di Reginaldo. Al 32′ provvidenziale Burzigotti sulla verticalizzazione di Calaiò. Al 38′ ottimo l’intervento di Terzi su una palla in area servita a Bonazzoli. Al 40′ Adejo e Burzigotti non si intendono, ma nell’intervento Sestu si infortuna e l’azione sfuma. Sul rovesciamento, ancora decisivo Terzi nel deviare in angolo la palla del possibile 1-0. Al 44′ facile la parata di Puggioni su Reginaldo. Poi troppo debole e centrale il colpo di testa del brasiliano. Al 46′ Reginaldo crossa per Sestu, ma l’esterno non riesce a girarsi e a trovare la via della porta.
Finisce a reti inviolate, con la Robur che esce imbattuta dal Granillo e un palo che ne ha impedito la vittoria. In attesa di sapere cosa farà il Novara lunedì, e l’Atalanta che non va oltre il pari con il Varese, i bianconeri sono ancora in vetta. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line