Reggiana campione d’inverno, ma Gubbio e Cesena tengono botta. San Donato corsaro

Al giro di boa del campionato, è la Reggiana a guardare tutti dall’alto in basso. Dopo un inizio un po’ stentato i granata hanno infatti trovato una loro regolarità fino a chiudere il girone di andata a quota 40 punti, un bel bottino raggiunto grazie al successo di ieri sul campo dell’Imolese. Granata vincenti di misura grazie al gol di Cremonesi dopo mezz’ora. Un punto sotto c’è però sempre il Gubbio, che vince il match ad alta quota con lo stesso risultato per effetto della rete di Toscano a dieci minuti dalla fine. Tutt’altro che fuori dai giochi anche il Cesena, distante sole tre lunghezze dal vertice. Gli uomini di Toscano hanno la meglio dell’Alessandria al ‘Manuzzi’ in un incontro rimasto in bilico solo per un tempo. Al vantaggio di Prestia risponde Martignano su rigore, poi i romagnoli chiudono la pratica in otto minuti con le reti di Ferrante e Corazza per il definitivo 3-1.

Dal quarto all’undicesimo posto in graduatoria c’è bagarre, con otto squadre racchiuse in soli quattro punti a lottarsi le posizioni playoff. A perdere terreno, oltre a Pontedera e Virtus Entella, è anche il Fiorenzuola, che si fa sorprendere in casa dal San Donato Tavarnelle. Succede tutto nel primo tempo: Russo porta in vantaggio la formazione gialloblu, il solito Mastroianni pareggia ma Marzierli riporta avanti la matricola fiorentina che coglie così un successo preziosissimo. Si rialza immediatamente la Carrarese, che allo stadio ‘Dei Marmi’ strapazza una Vis Pesaro in crisi nonostante il cambio di guida tecnica. Finisce 3-0 a favore della formazione di Dal Canto, in rete con un doppio Cicconi e Della Latta. Goleada anche dell’Ancona con la Recanatese: il derby del ‘Del Conero’ è a senso unico ed è un festival del gol per i dorici, che mandano a segno De Santis, Lombardi, Di Massimo e D’Eramo. Successo di misura invece del Rimini, che espugna Montevarchi inguaiando ulteriormente la formazione valdarnese, ora all’ultimo posto. Ai romagnoli basta il gol di Gigli in avvio di gara.

In chiave salvezza è importante il successo della Fermana. La formazione di Protti batte la Torres e la avvicina in classifica, allontanando contemporaneamente la zona calda. A decidere il match è Maggio ad un quarto d’ora dalla fine. Pari infine tra Olbia e Lucchese: nell’1-1 finale vanno a segno Quirini per gli ospiti e La Rosa per i padroni di casa, che chiudono il girone di andata al penultimo posto in classifica. (J.F.)

La classifica dopo la diciannovesima giornata

Fonte: Fol – Foto: AC Reggiana 1919