Ravaglia: “Massimo rispetto per il Siena ma dobbiamo vincere”

Nicola Ravaglia, portiere della Cremonese prossima avversaria del Siena, ha parlato a Mercoledì Robur, su Antennaradioesse, commentando la situazione dei grigiorossi e la sua esperienza da giovanissimo nel Poggibonsi.

Cremonese – “Qualche rimpianto ce l’abbiamo, la nostra è una squadra attrezzata e abbiamo sciupato qualche occasione per agganciare l’Alessandria. Il nostro sguardo rimane fisso al primo posto, a fare più punti possibili nelle ultime sette. Siamo consapevoli dei nostri mezzi, ci crediamo. Veniamo da un pari col Pontedera dove però abbiamo avuto il totale predominio sulla gara”.

Il Siena – “Abbiamo molto rispetto del Siena, sabbiamo che è organizzata, ostica e con giocatori importanti. Conosciamo bene molti elementi tra cui Marotta, ma siamo consapevoli che dobbiamo vincere”.

Poggibonsi – “Mi ricordo con molto piacere quell’anno lì. Militavamo in C2, era la mia prima stagione fuori casa, venivo da Cesena in prestito e facemmo un grande campionato, arrivando sesti in graduatoria. Ho solo ricordi meravigliosi. Era una realtà piccola ma ben strutturata, mi dispiace che in questo momento se la stia passando male”.

Cesena – “Per me è una seconda pelle. Ho fatto otto anni nel settore giovanile e quattro in prima squadra, dove ho vinto un campionato in C, ho giocato in B e A e raggiunto la Nazionale di categoria. Anni intensi e bellissimi. L’ultima stagione, nel 2013, quel ciclo era terminato e ho preso altre vie e sono andato a Vicenza”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol