Raffaele Tartaglia in Comune

“Ho illustrato al sindaco il mio progetto ambizioso, di cinque anni – di breve durata non avrebbe senso – che prevede un intervento privato importante, sostanzioso e che sfrutta il fatto che la C2 non esiste più”. Così l'imprenditore campano Raffaele Tartaglia subito dopo l'incontro con Brunoi Valentini. “Il sindaco mi ha detto che sta incontrando varie persone – ha proseguito Tartaglia – e mi ha garantito, davanti ai tifosi presenti, che la nascita di Siena 2019 è avvenuta solo per l'urgenza del momento e che la nuova società è aperta a tutti. Abbiamo valutato vantaggi e svantaggi di un'eventuale integrazione o sostituzione. Io ho dato la mia disponibilità solo se i ruoli saranno divisi. I guazzabugli come si è visto portano a una brutta fine”. “Il mio interesse per Siena – ha poi aggiunto -? E' nato da una serie di storie che mi ha raccontato l'avvocato Provenzani, qua ai tempi di Lombardi Stronati con il quale però non mi lega assolutamente niente. Ho capito quanto Siena sia una città particolare e affascinante. E in questo mese e mezzo mi ha già dato tanto. Anche io spero di aver dato qualcosa a questa città. Il sogno, che per i tifosi ultimamente è stato un incubo, sta ricominciando. Spero di poterne far parte. Se così non sarà spero comunque che possa continuare”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line