Radice: “Qua ad Olbia c’è un bel progetto. Mi sono venuti i brividi quando ho rivisto i ragazzi della Berretti”

Ad Olbia la Robur incrocerà Ruggero Radice, fino all’anno scorso responsabile del settore giovanile del Siena e adesso con lo stesso incarico nella società gallurese. “Innanzitutto è un piacere parlare con voi, saluto i tifosi bianconeri” – ha detto Radice a Mercoledì Robur, su Antennaradioesse.

Olbia – “E’ un’esperienza formativa, un bel progetto completo, dai Primi Calci alla Berretti. A Siena c’era solo la fascia agonistica, il resto in delega al Marciano. Qui ho un altro anno di contratto ed è un percorso che si estenderà col Cagliari, lavoriamo in simbiosi con Beretta il quale ringrazio per l’opportunità che mi ha dato”.

Siena – “Certo che ne abbiamo parlato, con Mignani e Tiribocchi. Michele ha fatto un lavoro straordinario tra l’anno scorso e quest’anno, poi un periodo difficile ha portato ad una scelta dolorosissima. Simone è tornato negli Allievi, anche lui ha passato un momentaccio ma sono esperienze formative”.

Giovanili della Robur – “Stefano e Roberto (Argilli e Pierangioli, ndr) sono come fratelli, Voria è un valore aggiunto e anche lo staff è un patrimonio. Seguo i risultati, la Berretti dà soddisfazione e gli voglio un gran bene, quei ragazzi li ho visti piccolissimi e mi sono venuti i brividi quando li ho rivisti. Romagnoli è in prima squadra, Crisci lo portai a Siena nei Pulcini e poi due anni fa dopo Empoli. Sono contento anche per Gianneschi e Doda, convocato nella nazionale albanese, oltre ai senesi come Bonechi e Discepolo”.

Olbia-Siena – “Spero di esserci. Ho tante squadre nei tornei, è una fase di valutazione e le priorità sono quelle, ma un saluto lo farò quasi sicuramente”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol