Questo Siena merita fiducia

È passato un mese e mezzo da quando la nuova proprietà, con il presidente Emiliano Montanari, ha preso in mano le redini della gloriosa Robur. Un periodo relativamente breve, ma sufficiente per apprezzare tutto ciò che di buono è stato portato a termine fino ad oggi. Chiedevamo stabilità e una programmazione sostenibile, per la prima è ancora presto per pronunciarci (ma se il buongiorno si vede dal mattino….), circa il progetto sostenibile si può affermare che ci siamo. Non nomi, ma giocatori di categoria o giovani di prospettiva che potrebbero fare la fortuna della Robur. Sotto la regia di Montanari e Salvini, il tutto è stato affidato a Guido Pagliuca, non un sergente di ferro come qualcuno erroneamente afferma, ma un allenatore che lavora duramente sul campo e che ha nel DNA la voglia di emergere. Lavora su tutto, testa e gambe, con determinazione ma con il dialogo, perché quello che vuole è costruire una mentalità vincente, proprio come quella che lo contraddistingue. Dieci giorni di ritiro e una buona amichevole non sono sufficiente per leggere il futuro, di acqua sotto i ponti ne deve passare ancora tanta, ma qualcosa in termini di gioco e applicazione si è già visto ed è piaciuta ai più. Non lanciamoci in previsioni che spesso si rivelano errate, ma seguiamo con fiducia l’inizio di questa avventura che potrebbe regalarci quella regolarità spesso latitante negli ultimi anni. (NN)

Fonte: FOL