questo campionato è un palio dei ciuchi. Ci scrive Andrea Sordi

La partita di ieri sera ha confermato quanto siamo andati dicendo da tempo: questo campionato è il Palio dei Ciuchi!

Il Pisa è una squadra modesta, come modesta è la Robur. In un campionato di C di qualche hanno fa saremmo retrocessi a Natale, sia i bianconeri che i neroazzurri.

E’ ovvio che cresca il rammarico, è ovvio che ciò che poteva essere un traguardo onorevole sia divenuto, invece, una sorta di “Collina del Disonore”.

La Robur è una squadra senza anima, con errori e lacune tecniche paurose. E’ forse concepibile una squadra senza attacco? E’ forse concepibile una squadra senza centrocampo? Bene la squadra del Presidente Ponte è tutto questo ed altro ancora!

Mi è venuto a noia mettere in fila i colpevoli di questa sciagurata annata, animata da personaggi da operetta.

Trovo veramente non più commentabili certe affermazioni del tipo “….con il pubblico avremmo vinto….”, “…..abbiamo investito più di quattro milioni….”. Se mio nonno avesse avuto le ruote sarebbe stato un carretto, mi viene da rispondere.

E’ stato sciattato un “monte” di tremilacinquecento abbonati ed una potenzialità di oltre cinquemila presenze medie; il prossimo anno chi andrà a fare la fila sotto il sole per confermare l’abbonamento?

Questo è l’altro grande fallimento di questo campionato!

A tale sciagura commerciale, conseguente a quella tecnica, fa seguito quella gestionale.

Va bene che dopo “l’affaire” MPS, Siena ha dovuto rivedere tutte le sue opzioni, ma non mi si dica che tutti, dico tutti, sono stati sordi alle richieste di collaborazione. A Siena e provincia ci sono aziende di prima grandezza ed altre ugualmente importanti. Sono state contattate? Sono state coinvolte in un progetto prospettico che desse loro il giusto risalto? Cosa si è fatto per lo sponsor?

Sono un paio di anni che poniamo queste domande e ci vengono offerte le solite risposte stonate ed arruffate.

Per cortesia si taccia una buona volta! Si abbia un po’ di decoro!

Nessuno ha obbligato nessuno a fare, ma quando si decide di fare si fa sul serio e per bene!

Buona Pasqua a tutti.

Andrea Sordi  

P.S. Un piccolo ringraziamento a Gattuso, ha saputo trovare belle parole!