QUELL’INSIDIOSO SOSPETTO di Senio Losi

Il SIENA non riesce ad ingranare la tanto sospirata marcia in più e soccombe per uno a zero contro un CHIEVO travestito dalla solita bestia nera.

I BIANCONERI partono abbastanza bene con un ROSINA (VOTO 6) che scalda più volte le mani ad un attento PUGGIONI.

Ma quando meno te l’aspetti i CLIVENSI caricano un devastante contropiede culminato con il solito PELLISSIER (VOTO 3) che timbra il solito tradizionale cartellino.

La ROBUR traballa e il primo tempo si conclude con la solita amarezza.

La seconda frazione si apre subito con un cross di RUBIN (VOTO 6) che genera attimi di panico onestamente risolti dal buon capitan VERGASSOLA (VOTO 5,5) che con una cannonata da ottima posizione sparacchia alto innescando così una olà di irripetibili imprecazioni locali.

Poi ecco che tra una rullata di tamburi e uno stacchetto pubblicitario sale in cattedra il grandissimo arbitro VALERI (VOTO -2) che con la solita navigata esperienza accompagna la partita verso un finale da pugnali al vento.

PACI (VOTO 6,5) stacca nettamente di testa su calcio d’angolo freddando PUGGIONI: il grandissimo arbitro prima concede il goal, poi lo annulla, poi lo riconcede salvo poi, dopo diversi secondi, riannullarlo sull’inascoltabile consiglio dell’imboscato uomo d’area (?!) RIZZOLI (VOTO -7), molto probabilmente ancora scottato dalle polemiche per il goal concesso al SIENA nell’ultima giornata in quel di PESCARA (guarda caso…).

Dopo questo ladrocinio, la ROBUR ci riprova diverse volte da calcio d’angolo ma la piovra PUGGIONI non concede nulla.

Da qui in poi la partita si trasforma in una imbarazzante bolgia telecomandata, dove calci vari ed entrate da dietro fanno da cornice ai temibili lanci lunghi che partono come missili a ripetizione.

Ma purtroppo nulla di fatto: il SIENA esce sconfitto e scivola a -1 dal duo PALERMO-GENOA.

Il CHIEVO, complice una gloriosa direzione di gara, incassa tre punti d’oro che gli consentono di presentarsi senza ulteriori stimoli alla prossima gara casalinga contro un GENOA a caccia di punti, per una sfida “dall’insidioso risultato”. (Senio Losi)

Fonte: Fedelissimo online