Quanto è lontano il 3-0 di Siena. La Vis Pesaro è in zona playoff ma non vince da sette turni

Alzi la mano chi, dopo il 3-0 rifilato alla Vis Pesaro lo scorso 29 agosto, si sarebbe aspettato di trovare la squadra marchigiana davanti alla Robur in classifica al giro di boa. Le cause principali del perché si sia verificata questa eventualità sono da ascrivere totalmente al Siena, che ha fatto tutto il possibile per complicarsi la vita da sola, ma questo non toglie meriti al campionato che la Vis sta conducendo fino a questo punto.

Dopo un inizio altalenante, i biancorossi hanno impresso il cambio di marcia nel mese di ottobre, collezionando sette risultati utili consecutivi che li hanno proiettati in piena zona playoff. E da lì la formazione di Banchini non si è praticamente più schiodata, navigando intorno a metà classifica e mantenendo comunque una distanza di sicurezza dalle posizioni più pericolose. Quello della salvezza resta infatti l’obiettivo primario della stagione della Vis.

Di recente, invece, la formazione marchigiana ha incontrato qualche problema in più: nelle ultime sette partite, infatti, i biancorossi hanno vinto soltanto una volta (il 5 dicembre contro l’Olbia) pertanto vogliono cercare di chiudere al meglio questo 2021. In ogni caso, questa prima metà di stagione ha visto diversi giovani mettersi in mostra: da Astrologo a Saccani, da Piccinini fino ad arrivare a Cannavò che sta confermando le buone cose fatte vedere nella scorsa stagione.

Attesa qualche rotazione nell’undici che Banchini si appresta a schierare domani. L’ex allenatore bianconero recupera Gavazzi dalla squalifica ma perde per lo stesso motivo Saccani. Possibile il rilancio dal primo minuto per Marcandella (tra i migliori all’andata) e Gucci nel consueto 3-4-1-2 marchio di fabbrica del tecnico nativo di Vigevano. Tra i titolari dovrebbe figurare anche l’ex Matteo Rubin, assente nella gara di andata in quanto aggregatosi solo in un secondo momento all’organico biancorosso. (Jacopo Fanetti)

PROBABILE FORMAZIONE (3-4-1-2): Farroni; Manetta, Gavazzi, Cusumano; Piccinini, Coppola, Rossi, Rubin; Marcandella; Cannavò, Gucci.

Fonte: Fol – Foto: Facebook Vis Pesaro 1898