Pulzetti: Concentrati sul campo, ora sotto con la Ternana

Dopo il pareggio (2-2) a Castellammare di Stabia, la Robur sabato tornerà a pestare l'erba del Franchi; di fronte ai suoi tifosi cercherà di dimenticare la mannaia della penalizzazione e macinare punti: è Nico Pulzetti a parlare del momento e della prossima sfida, tra sbagli da non commettere più e la voglia di dimostrare quanto vale questo Siena. “Per come si era messa la gara il pareggio con la Juve Stabia è sicuramente un punto guadagnato – esordisce -. Siamo stati bravi a non buttarci giù dopo il doppio svantaggio e a trovare il gol del 2-1 prima dell'intervallo. Poi siamo usciti dagli spogliatoi con uno spirito diverso, abbiamo agguantato il pari e anche provato a vincerla”. “Senza trovare alibi – prosegue il centrocampista -, certi fattori non ci hanno agevolato: era la prima gara che giocavamo alle 15 in un ambiente molto caldo. Il campo, sintetico, non di ultima generazione come quello di Novara, è uno dei peggiori in cui abbia mai pestato: ha poca erba, è durissimo e in più, per motivi, ci hanno detto, di sicurezza, non abbiamo potuto svolgerci la rifinitura e prenderci un po' di confidenza come successo con il Piola”. Pulzetti, allora, fa un parallelo tra le due gare giocate dalla Robur lontano dal Franchi. “A Novara siamo stati punti da un episodio – dichiara -, proprio alla fine dell'incontro. Anche in Piemonte abbiamo preso uno schiaffone al quale abbiamo subito rimediato, ma una disattenzione ha macchiato la buona prestazione. Non dobbiamo commettere questi errori, nelle situazioni a rischio dobbiamo tenere alta la concentrazione: ogni gol preso, alla fine, è uno sbaglio. Durante la settimana lavoriamo tanto per non ripeterli più”. Lavoro e punti che la penalizzazione vanifica volta per volta. “Dispiace vedere che siamo a quota 4 quando a 7 potevamo attestarci come quarta forza del campionato – ammette il bianconero -, ma sapevamo che sarebbe stato così e siamo anche consapevoli che qualcosa ci verrà ancora tolto. Per questo è importante vincere, ma anche non perdere. L'obiettivo dichiarato è la salvezza, dobbiamo metterci in salvo il prima possibile”. Anche se… “Siamo un ottimo gruppo, affiatato e unito come non ne avevo mai trovati prima – afferma Pulzetti -. Che segue il suo mister con grande dedizione. Possiamo sicuramente arrivare lontano, ma la B è lunga e difficile, non ci sono partite scontate, puoi vincere con la prima e perdere con l'ultima. Le sorprese sono sempre dietro l'angolo. Quindi guardiamo al presente, non andiamo troppo in là”. Il presente si chiama Ternana. “Gli umbri sono un'ottima squadra – dice il giocatore -, con buone individualità e reduce da una stagione di livello. Non sarà una sfida facile, ma giochiamo in casa e dovremo sfruttare al massimo il fattore campo”. Pulzetti traccia infine un bilancio personale del suo primo mese in bianconero. “Sono contentissimo della scelta Siena – chiude -: sono una mezzala, il 4-3-3 è il mio modulo, ho anche segnato due gol in tre partite… Posso ancora migliorare, con il lavoro cresceremo tutti. Darò il massimo: mi voglio rilanciare nel calcio che conta e questa è la piazza giusta”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line