Pubblichiamo mail ricevuta

Lettera al presidente
Giornata tristissima quella di ieri. Forse per il brutto tempo o forse perchè, uscendo dallo stadio, ero consapevole che quella era l’ultima partita del Siena in serie A. Mi auguro che sia solo per questo anno e mezzo, quello che disgraziatamente siamo costretti a giocare nella serie cadetta sperando in una immediata risalita nel massimo campionato, quello che probabilmente ci appartiene. Sono però tante le incognite della stagione 2010/2011, seppur siamo solo a metà maggio mi augurerei di sapere qualche notizia sul futuro della mia Robur il più presto possibile. Sono certamente dalla parte di Mezzaroma, che stimo molto come persona dentro e fuori dall’ambito calcistico ma preferirei, e per questo mi rivolgo a lei personalmente, caro presidente, di poter conoscere con notizie certe i prossimi movimenti di mercato della nostra società che sia nell’estate del 2009 sia nella finestra di gennaio del 2010 gli errori e le false speranze sono volate col vento. Lo so, probabilmente sto chiedendo troppo, ma le delusioni di questa "annataccia" sono state veramente insopportabili, troppe volte colpito al cuore e troppo volte scagliato a terra. Perciò ecco che mi aspetto da lei, signor presidente, una gestione importante e seria delle risorse a disposizione per far ritornare, a me a a tutti i miei "colleghi" tifosi del Siena, quella passione che è andata perduta in questo disastroso anno calcistico. Se è vero che lei, caro presidente, legge i nostri commenti e le nostre riflessioni su questo sito, veramente spero con tutto il cuore che possa sprecare quei cinque minuti del suo tempo per leggere queste poche, stupide ed insignificanti parole che però le sto rivolgendo col cuore. L’ho fatto in passato e continuerò in futuro a ringraziarla per averci liberato dalle persone incivili e incapaci che hanno preso a calci il nostro orgoglio legato ad una maglia che tanto amiamo però vorrei che lei non cadesse nello stesso errore. La prego ancora una volta di poterci dedicare cinque minuti al giorno, alla settimana o quando lei preferisce per aggiornare noi poveri tifosi sul futuro del Siena in quest’estate che, spero, ci veda protagonisti sul mercato della nostra categoria, un’estate nella quale noi tutti dobbiamo riunirci sia con la società sia con i giocatori. Sicuramente lo avrà già capito, ma anch’io sono preoccupato nell’attesa di sapere quale sarà il futuro di Maccarone, giocatore al quale tutta la città è legata in modo particolare. Vorrei sapere da lei se il nostro idolo, la nostra bandiera rimarrà con noi o se andra via rimanendo solo un ricordo di una gloriosa Robur ormai a gambe in aria. Chiudo così, caro presidente, spero di non essere stato ridicolo nel rivolgerle queste mie impressioni e queste mie richieste, per quanto assurde esse possano essere. Grazie presidente per il tempo che mi ha concesso, o almeno così spero. Speriamo davvero che quel canto della "Verbena" sbocciato negli ultimi minuti della partita di ieri possano indicare davvero quanti e quanto amiamo il nostro adorato Siena.
Grazie
 
MDG