PUBBLICHIAMO ANCORA ALCUNE MAIL RICEVUTE

Dopo aver ascoltato le dichiarazioni di questa mattina di Lombardi Stronati ad ARE sono rimasto esterefatto.Credo che se continuerà ancora nelle sue ripetute e false accuse ed insinuazioni verso i tifosi,difficilmente si ricostruirà un rapporto di fiducia verso la “proprietà” incrinatosi neppure dopo un anno dal suo avvento.Lui continua imperterrito nel dire che la squadra gioca bene,….l’allenatore è bravo…siamo sfortunati…..il pubblico rema contro!Chi non ha capito nulla siamo invece noi sportivi senesi che non abbiamo mai condiviso il suo” Progetto” e che ci siamo sempre illusi di fare un campionato non di bassa classifica.Quando tutta Siena durante la campagna acquisti sperava che gli addetti ai lavori colmassero la grossa lacuna evidenziata  lo scorso campionato …..la mancanza di un goleador….questi  invece prendono Bucchi e cercano di riciclare Corvia  e Frick dicendo ,queste sono le parole di Zanzi e Gerolin come tutti ricorderanno”,vedrete che il campo ci darà ragione”.Sic!.Probabilmente ci sarà l’esonero dell’allenatore,ma non illudiamoci che sia la panacea per tutti i nostri mali.Se l’avvocato Stronati,non  trovera’ un vero direttore sportivo,continui pure Zanzi  a fare il D.G. e Gerolin l’osservatore come avveniva ad Udine,ma soprattutto se non metterà mani al portafoglio dovra’ purtroppo considerare “fallito” il suo progetto e ritrovarsi in serie B ,senza tutti i proventi che ci sono ora !Mi domando infine se per tutti quei “senesi” che fanno parte della società anche se in minoranza, non sia venuto il momento di farsi sentire anche solo verbalmente a tutela  del grosso patrimonio  conquistato dalla societa’ in questi anni:la serie A.  
Carlo

 

Mandorlini se ne deve andare. Ci vuole una scossa. Ieri dopo il primo tempo sembrava che i giocatori giocassero contro il mister. La conferma di Mandorlini non farebbe altro che accentuare la spaccatura tra mister e giocatori. Indegni i cori contro la polizia.
Simone

 

E’ il momento di parlare chiaro.
Questa dirigenza ce l’ha messa il Monte. La vera proprietà, lo sappiamo tutti, è l’MPS e non Stronati.
E’ arrivato il momento in cui la Banca deve prendere posizione (tramite Fabrizzi? boh) e stasare le orecchie al ns. AD.
Come si fà a dichiarare una cosa del genere a fine partita? Come si fà a liquidare la situazione dicendo che se lo vogliono il Siena se lo comprino i tifosi?
Questa è la dimostrazione che da anni aspettavo: a Siena non siamo boni a fare niente. C’è voluto un Napoletano per regalarci prima l B poi la A e la permanenza in essa.
Non appena c’hanno rimesso le mani le istituzioni locali s’è fatto il tonfo.
Ora non si cerchino paragoni assurdi con il basket: con i soldi con cui si vincono i campionati di basket, nel calcio a mala pena ci allestisci una squadra di C1.
Dobbiamo richiedere l’intervento del Monte, cacciare Mandorlini (che non sa allenare), Zanzi (che non sà comprare) e Stronati (che non gliene frega niente).
Luca

 

Per favore fate venire Sonetti,ci vuole un motivatore, quest’allenatore non c’ha le palle e come lui tutta la dirigenza;chi non vuole bene alla società se ne torni a Roma o a Udine, quì ci vuole un’epurazione come fece il compianto presidente De Luca. Ieri ero allo stadio con mia figlia e ci siamo vergognati di assistere a uno spettacolo indegno;a tutt’oggi e proprio stamane su Antenna Radio Esse, sento Stronati che continua a dare la colpa ai tifosi che,secondo lui,non vogliono bene alla squadra,ora dopo quello che ha combinato sarebbe disposto a vendere! Sento voci che parlano di inadeguatezza di fondi da parte della Banca Monte Dei Paschi per far fronte a una serie A, quando la stessa finalizza un’operazione di mercato acquistando la Banca Antonveneta per circa 9 miliardi di euro sponsorizzando in parte anche la società Calcio Parma,considerando che il Siena è un patrimonio della città, vergogna! Quì si cerca solo di mandare avanti il basket e sono convinto che questa dirigenza, messa lì dalla Banca, stia cercando di farci retrocedere per non fare nemmeno lo stadio nuovo, andatevene!

Luca tifoso Robur

 

Egr. Avv. Lombrdi Stronati,con la presente Le volevo far presente che l’attuale situazione della Robur è divenuta ormai insostenibile. Non so se Lei avrà il tempo,tra i tanti successi del Pescina Valle del Giovenco Avezzano in serie c2,di leggere questa mia umile lettera,non pretenderei tanto,ma mi duole ricordarLe che i tanto da Lei incolpati,stamani in una radio locale senese (antennaradioesse), tifosi hanno sempre sostenuto il Suo progetto,o presunto tale,sostenendo la squadra anche dopo prestazioni imbarazzanti. La contestazione,civile,di ieri sera è frutto di una non più sostenibile situazione non solo più di risultati e di classifica,ma anche di prestazioni indecenti. I due derby con la Fiorentina ed il Livorno sono stati a dir poco vergognosi. E’ chiaro che non si può più far finta di niente,bisogna prendere provvedimenti anche nei confronti di mister Mandorlini che,pur non avendo la totalità delle colpe ha dimostrato di non capirci più nulla e di aver perso le redini dello spogliatoio. I suoi fiduciari Zanzi e Gerolin ci devono dimostrare di volere il bene di Siena il prossimo gennaio aprendo quel portafoglio per rimediare agli errori estivi comprando almeno due esterni validi ed una punta di peso. Aprire il portafoglio, egregio avvocato, vuol dire anche non avere paura di avere, per qualche settimana, presumo, tre allenatori a libro paga. Questo sempre se ancora Lei, egregio Avvocato, ha a cuore le sorti di Siena e della Robur. Il patrimonio della permanenza in Serie A della Robur è un Tesoro troppo grande per noi, per la nostra Storia e per i nostri Cuori, sicchè bisogna provarle tutte fino all’ultimo secondo per invertire questo stato di cose. Guai a non fare nulla,a far finta di niente, perché in questo caso La pregheremmo di lasciare la mano pure a Lei…perché questa Robur ha bisogno di un Patron (e di un Presidente caro brucaiolo Fabrizi) che abbia anch’egli gli occhi della Tigre! Scusi di questo sfogo, egr. avvocato,ma deve sapere,che anche se abito a 335 km di distanza da Siena,soffro veramente tanto a vedere agonizzare,senza alcuna reazione dirigenziale,il mio amore bianconero. Abbiamo due settimane per reagire a tutti i livelli,e come ho già fatto a Parma,sono anche disposto a sobbarcarmi una trasferta lunga e dispendiosa come quella di Udine pur di vedere il mio Roburrone risalire la china della classifica! Ora e per sempre Forza Robur!
Marco Lacqua, Acqui Terme(Alessandria)

 

Concordo pienamente con la scrivente dell’ultima mail .Anch’io mi sono sentito offeso dalla curva non solo per le offese gratuite alle forze dell’ordine ma il comportamento volutamente contrario alla squadra. Se questo è il tifo di tutta la curva meglio farne a meno. Se poi  il comando di pochi  è capace di trascinare le menti allora isoliamoli : Chi ama il calcio come me ne fa volentieri a meno. Per la squadra sono rimasto profondamente deluso specie da Portanova .In altre occasioni si era rivolto alla curva per chiedere l’incitamento,  ieri ne era completamente disinteressato. Se era per il comportamento della stessa mi va bene ma se  non fosse dipeso da ciò ,qualcosa mi viene da pensare.

Nello

 

Salve, io mi associo a tutte le mail dei ns. tifosi, ma aggiungo che Zanzi e Gerolin devono andare via immediatamente,senza alcun dubbio o comprensione. Zanzi aveva giù portato il mister a bergamo e si è visto che fine ha fatto.Ma come si fa a dare in mano una società a un segretario (Zanzi) ed ad un osservatore (Gerolin). E poi concordo con chi afferma di aver visto i giovani solo in tribuna. E tutti quei giovani che Gerolin doveva portare? Ah si Bucchi, che sta risolvendo i problemi dei gol!!
Se vogliamo il bene della squadra che presentino le dimissioni immediate e non si cullino dei tre o quanti sono gli anni di contratto. Per il nuovo allenatore non posso dire nulla ma comunque sia sarà migliore dell’attuale, concordo con chi dice non è abbastanza agonista, magari metterlo in un settore giovanile andrebbe bene.

Bruno

 

Non voglio esprimermi sulle responsabilità di mandorlini e della società. ognuno la pensa giustamente a proprio modo.
voglio solo dire che mandorlini merita il nostro rispetto perchè ha mostrato impegno e dedizione. che non ci sia riuscito è un dato di fatto per il quale probabilmente pagherà, anche oltre le proprie colpe. penso che dobbiamo riconoscerglielo. ha sofferto con noi e gli auguro che in futuro avrà miglior fortuna.
quello che voglio sottolineare è che ci sono alcuni calciatori che avrebbero la responsabilità di sopperire a quello che manca alla squadra in termini tecnici e caratteriali e, invece, si stanno rivelando una delusione incredibile. senza mezzi termini: MACCARONE E PORTANOVA.
MACCARONE ha giocato un secondo tempo assolutamente vergognoso. non è accettabile. è vero che è un giocatore che “ci mette la faccia e si prende le proprie responsabilità”, ma non sta dimostrando di avere il carattere per farlo.
PORTANOVA è la delusione più grossa. sta facendo peggio del peggior legrottaglie. la cosa più vergognosa è che crede di essere colui che mette il carattere nella squadra. da quando è andato via simoni, con forse l’eccezione dell’anno scorso, non ha fatto altro che mettere in crisi gli allenatori, cosa che in una realtà come siena (dove di certo non ci sono capello o mourinho) è deleterio. si sta dimostrando un perdente e commette degli errori ridicoli per via della sua superficialità. con un capitano (o vice) così nessuna squadra si è mai salvata.
c’è solo un giocatore che ha le qualità e la testa per dare una sterzata: LORIA. l’unico!!! l’unico che ogni volta che si proietta in avanti riesce a prendere il pallone, a tirare in porta e, magari, a segnare. per me lui è il vero capitano di questa squadra e spero che gli altri lo seguano…
SVEGLIATEVI!!! rendetevi conto che senza il vostro apporto non ci salviamo.
pronto a sostenervi. forza siena!
davide

 

Ho appena ascoltato l’intervista dell’Amministratore Delegato dell’A.C. Siena spa e sono rimasto basito. 

Il Signor Stronati dice che è difficile ricomporre il dialogo con i tifosi visto che si è arrivati ai comportamenti di ieri mentre è necessario usare le parole.

Forse dovrebbe ricordarsi che i tifosi hanno chiesto di parlare con lui da qualche mese ma forse aveva impegni più importanti.

La precedente proprietà incontrò i tifosi in una serata surreale che tutti a Siena ricordano bene tanto per fare un paragone.

Il Signor Stronati dice che i tifosi se devono tenere certi comportamenti è meglio stiano a casa.

Personalmente avevo già questa intenzione ma ora che me lo chiede lui penso di fare proprio il contrario.

La precedente proprietà adorava e difendeva sempre i tifosi; nei momenti di crisi della squadra non ha mai soffiato sul fuoco ma ha sempre rassicurato tutti quanti; sempre per fare un paragone.

Il Signor Stronati dice che loro hanno fatto tanto da quando sono arrivati tornando a criticare la gestione precedente come in passato già spesso aveva fatto Fabrizi.

Dice che hanno patrimonializzato tanto, etc etc etc!

E’ da ancor prima del loro insediamento che questi signori hanno mostrato bene la loro educazione e le loro capacità pur facendosi passare per i nuovi fenomeni; i risultati che in passato hanno sempre dato ragione a chi purtroppo non c’è più oggi danno torto alla grande a chi invece ha il coraggio di criticare il suo predecessore.

Che il Signor Stronati continui pure nelle sue valutazioni così “simpatiche” ma che abbia almeno il buongusto di lasciar stare chi non c’è più e che soprattutto HA SEMPRE MANTENUTO OGNI PROMESSA!

Gianluca

 

Carissimi, sono assolutamente d’accordo con voi che la colpa non sia solo di Mandorlini. Sicuramente lui non è esente da responsabilità, ma mettiamoci nei suoi panni: se a un allenatore disoccupato viene data la chance di allenare in serie A, penso sia normale colga l’opportunità e non guardi tanto per il sottile. Il nocciolo della questione è che chi ha gestito le operazioni di mercato o è in malafede o è un incompetente, e francamente non so quale delle due ipotesi sia più inquietante (ce n’è una terza, tragica, che sia tanto incompetente quanto in malafede, ma speriamo che almeno questa non sia vera). Bisogna capire se la responsabilità è solo del signor Zanzi o se lui ha agito in base a direttive precise, nel qual caso il repulisti deve spingersi molto più in là. La pagina più triste di questa storia la scrive il Presidente Fabrizi, dal quale ci aspetteremmo, da vero tifoso qual’è sempre stato, un gesto di passione e di slancio, e non l’ennesima fredda e grigia uscita a difesa di una situazione della quale lui soffre sicuramente quanto noi Speriamo in Beretta e nel suo salutare 4-4-2. Un abbraccio roburronico. Stringiamoci in questi momenti drammatici e forza Siena
Poldo

 

Il Gruppo Senesi Extra Moenia di Firenze, condivide appieno il comunicato emesso dal Club FEDELISSIMI 1970, é perfetto coglie appieno le cause della nostra triste situazione. Avevamo anche noi nel nostro piccolo richiamato l’attenzione sul fallimento del duo ex Udinese, veri responsabili dei quali sarebbe meglio che il presidente se ne liberasse. Portroppo pur capendo le ragioni  della società nella scelta dell’allenatore, crediamo che come si dice: ” si cade dalla padella nella brace”. 

Non mancherà comunque il nostro incondizionato appoggio alla squadra