Progetto stadio: la capienza

Nell’ultima riunione della Lega di serie A si era parlato di imporre quaota 20 mila posti (con deroga a 16 mila) per gli stadi di Serie A. Il “nuovo” Rastrello ne prevedrebbe però solo 12.000. Ecco osa ha risposto in merito il presidente Mezzaroma e l’architetto Pallanch

Il nostro progetto prevede di mantenere la tribuna coperta, ma qualora riuscissimo a superare il vincolo dalla sovraintendenza potremmo aumentare fin da subito il numero dei posti”. Così Massimo Mezzaroma, che ha poi proseguito: “Riguardo a quanto detto della capienza degli stadi di A, quello che è emerso è il parere del Consiglio della Lega di A e tutto ciò adesso deve passare dall’assemblea dei 20 presidenti per essere esecutiva per la prossima stagione. Allo stesso tempo però il volere degli organi internazionali quali Fifa e Uefa è quello di creare impianti che possono essere riempiti, anche se meno capienti. Tornando al nostro progetto, ripeto che proprio di progetto si tratta e ci sono margini per andare ad ampliare certi settori a seconda delle normative vigenti”.

Sempre sulla tematica della capienza, Pallanch ha aggiunto: “La Fifa fa un rapporto tra popolazione di una città e capienza dello stadio ed è impensabile avere a Siena uno stadio che conterebbe quasi la metà della popolazione. Da parte nostra abbiamo fatto alcune analisi statistiche, da cui è emerso, che negli ultimi dieci anni l media degli spettatori è stata di 700o. A questi, secondo studi scientifici, ne vanno aggiunti circa il 25% in più di abbonati dovuti alla novità degli stadi. Gli altri andrebbero in vendita. A tutto ciò potrebbero poi eventuali box, che non sono considerati. Inoltre, pensando alla tribuna coperta, potremmo valutare soluzioni per ampliare la capienza, andando a costruirci ancor di più attorno, con ad esempio in stadi come Cesena”. (Lu.ca).

Fonte: Fedelissimo Online