Premio Robur: le parole di Tommaso Refini