PRECISAZIONE DI SRWEB SULLE PRESUNTE INFELICI DICHIARAZIONI DI COLANTUONO

Il sito www.srweb.com che qualche giorno fa ha pubblicato un antipatico virgolettato di Colantuono, nell’articolo ‘Colantuono insiste’, precisa sulle proprie pagine on line che si è trattato soltanto di un malinteso e che il tecnico granata non ha mai parlato male del Siena e dei suoi giocatori. Né tantomeno che quella fosse la volontà della redazione. 

Vorremmo tornare sull’articolo dell’altro giorno “Colantuono insiste” per precisare meglio alcuni concetti, espressi probabilmente in maniera poco chiara.

Il riferimento è a quanto segue:

“Sicuramente rispetto al Toro di Novellino questa squadra costruisce di più, ma è anche vero che gioca in serie B e che il Siena ad esempio vale almeno 10 volte in più del Modena e se dovessimo fare un calcolo… vorrebbe dire perdere con un risultato ben più largo.
Diciamo Siena perchè è una di quelle squadre dove non giocano grandi fenomeni… ma se ci avessero portato Maccarone e Vergassola avremmo detto sicuramente…
per la B vanno bene ma per la serie A bisognerebbe inventarsi qualche cos’altro… eppure il Siena continua a giocare in serie A”.

Ci scusiamo con i tifosi del Siena, con la Società e con i giocatori citati nell’articolo se alcuni concetti possono essere risultati in qualche maniera “antipatici”, non era nostra intenzione.
Innanzitutto (leggendo l’articolo risulta chiaro) Mister Colantuono non ha mai nominato il Siena in nessuna occasione almeno da quando lo seguiamo qui a Torino.
Voler citare il Siena era, a nostro modo di vedere, fare un complimento ad una società che comunque riesce a centrare i suoi obiettivi con  programmazione e impegno.
Definire il Siena 10 volte più forte del Modena voleva essere un complimento e citare Maccarone e Vergassola invece era, esplicitando il ragionamento, un modo per dire che anche se fossero arrivati giocatori di categoria, presto avremmo sentito dire che per il Toro non sarebbero andati comunque bene, visto il trend negativo.
Ben inteso che quando parlamo di fenomeni intendiamo giocatori con quotazioni da decine di milioni di Euro ed il termine non è stato usato in termini offensivi.
Dispiace essere stati fraintesi (colpa nostra) soprattutto perchè giudichiamo il Siena una realtà del calcio italiano ed un modello da seguire un po’ come la decantata Udinese.
Vogliano quindi i tifosi intendere queste righe, oltre che come precisazione, anche come scuse se in qualche modo il precedente articolo può aver urtato la loro sensibilità … non era nostra intenzione. (GMC)

link: http://www.srweb.eu/notizie.php?articleID=23990

Fonte: Fedelissimo on line