Ponte: “Strutture? Abbiamo bisogno di qualcosa nell’immediato”

Il presidente Antonio Ponte ha parlato questa sera a Mercoledì Robur, programma radiofonico in onda su Antenna Radio Esse. Nella puntata odierna era ospite il presidente Antonio Ponte che, assieme ad Antonello Pianigiani, presidente del Poggibonsi, ha presentato la gara di sabato (ascolta l’audio: http://www.antennaradioesse.it/derby-siena-poggibonsi-il-presidente-antonio-ponte/) tra bianconeri e giallorossi. Oltre a questo si è parlato di sponsor presentato stamani (ascolta le parole di Ponte: http://www.antennaradioesse.it/lo-sponsor-della-robur-e-siena-il-presidente-ponte-a-mercoledi-robur/)  e di impianti sportivi. Proprio in merito a questo, Ponte ha detto:

Non voglio fare critiche verso il passato, ma sono ancora tante le cose da capire. Ma, nonostante ciò, noi dobbiamo concentrarsi sul presente e sul futuro perché il passato non si può cambiare. Dal punto di vista sportivo manca un campo sportivo di proprietà, cosa che per me sarebbe stata fondamentale, anche se, parlando di noi, non sarebbe stato facile riprenderlo dal concordato. Manca soprattutto una cittadella, dove poter avere un campo sportivo, ma tutte quelle cose attorno necessarie nel calcio moderno e che fanno star bene i calciatori.

Taverne? Il problema è che, con tutta la buona volontà, ci sono tempi non facili. Per quanto riguarda i due campi (uno in sintetico, l’altro in erba) è necessario rimetterli a posto, ma ciò è fattibile senza enormi spese. Il difficile, almeno bel breve tempo, è il contorno: ci vogliono mesi e non so quali soluzioni troveremo. Adesso noi abbiamo bisogno di un qualcosa nell’immediato: un’alternativa, o un qualcosa in più a Rosia dove allenarci fin da subito. Attualmente abbiamo speso ulteriori soldi per migliorare il campo di Rosia e provare a renderlo più morbido, oltre che andare una volta la settimana allo stadio per evitare spese aggiuntive o andare chissà dove ad allenarsi”.

Fonte: Fedelissimo Online