Ponte: “Sono disponibile a prendere la società al 100%”

 Il nome di Antonio Ponte è quello che circola con maggior insistenza come possible nuovo proprietario del Siena. Queste le sue parole rilasciate ad Antenna Radio Esse:

“Sto ancora lottando per la conclusione della questione. Purtroppo c'è stato un passo indietro perché non ci sono i presupposti per lavorare assieme e alla società creata la settimana scorsa, per tanti motivi. In virtù di ciò ho però confermato, sia alle due persone che al sindaco , la mia disponibilità ad entrare nella nuova società al 100%, salvo poi in seguito trovare chi mi avrà voglia di sostenermi ed appoggiarmi durante il cammino. Adesso si deve dire basta alle chiacchiere, ci vogliono i fatti. È il momento di rimboccarsi le maniche, in modo che si possa presentare tutto il necessario entro il 4 agosto, una scadenza ben definita dalla federazione entro cui dovrà esser fatto un pagamento, inoltrato importanti documenti e presentato un programma che abbia il consenso della federazione.

Ora è tutto in mano al sindaco e lui è l'unica persona che può prendere la decisione ed è lui che ha il compito di dare in mano le chiavi della nuova società. Io ho dato la mia disponibilità al 100%, senza sé o ma: se poi domani, per vari motivi, il sindaco deciderà di fare in altro modo ha la facoltà di farlo.

La città mi ha accolto bene, i tifosi mi stanno dando una gran mano, dicendomi di non mollare e di continuare. Sento una grande fiducia nella mia persona e nella mie capacità di creare entusiasmo e creare una società che ambisca a tornare prima possibile nei professionisti, per non dire altro. I tempi sono stretti ed entro domani il sindaco deve decidere a chi dare la nuova società, tra tutti coloro che sono in corsa. Si è preso del tempo e domani sarà decisivo.

Soci? Di tutto ciò se ne può parlare e può essere fattibile anche dopo l'iscrizione. Adesso c'è la necessità di un amministratore unico, che prenda in mano il tutto, decida e faccia. Se poi in seguito ci sarà chi vorrà unirsi potrà farlo. E credo che alla fine ci sarà un 20-30% di senesi nella società che non mi lasceranno solo. Sono fiducioso di andare in questa direzione e ripeto che per adesso è importante che qualcuno faccia questo passo. In seguito ci sarà tempo per far ulteriori passi, purchè ci ci sia armonia, accordo e si possa lavorare insieme per il successo della nuova società.

In passato ci furono contrasti con la Banca? Non voglio tornare sul passato, preferisco ricordar che fu un anno eccezionale, uno dei più belli della mia vita. Il ricordo è talmente bello, che quando ho messo poco a tornare. Ma adesso non c'è motivo di rivangare il passato e ciò che successe allora: c'è bisogno di portare entusiasmo, serenità, voglia di vincere e di fare qualcosa di concreto, anche pensando a quanto successo negli ultimi periodi. Basta con le polemiche, ma andiamo avanti con serenità, voglia di lavorare e di vincere sul campo

Papadopulo nuovo allenatore? Credo sia ingiusto, vista la situazione in cui sono adesso fare nomi. Dico che quel nome è illustre e parliamo di un personaggio che ha fatto benissimo a Siena e ha avuto un successo enorme. Ma credo che in generale sia fondamentale fare le cose sul serio. Datemi il tempo di prendere questa società e poi le cose le farò per bene, sperando di poter sorprendere pubblico senese”

Fonte: Fedelissimo Online