Ponte: “Mi aspetto uno stadio pieno”

Un Franchi tutto bianconero per lo storico derby con l’Arezzo; l’appello arriva forte dai tifosi, dalla squadra, dal presidente Antonio Ponte: se c’è una partita sentita in città è proprio quella contro gli amaranto e il palcoscenico deve essere all’altezza delle aspettative. 
«Dopo l’entusiasmante vittoria di Pisa dobbiamo conquistare altri tre punti tutti insieme – ha detto il patron della Robur a poche ore dal match -. E’ un momento positivo per noi e va cavalcato al massimo. Lo stadio deve essere pieno, dobbiamo dimostrare quello che valiamo davvero. Dobbiamo centrare una vittoria storica per la città e fondamentale per la classifica: la squadra ha bisogno del sostegno di tutti i suoi tifosi che le sono sempre stati vicino e che domenica devono essere in tantissimi». Non ci sono state restrizioni dopo gli incidenti del post Arezzo-Siena di Coppa Italia, ma il clima è di relativa tranquillità. L’invito dei club è quello di portare sciarpe e bandiere bianconere e di tenere alta la voce perché la ‘battaglia’ sia tutta sugli spalti. «Ci piacerebbe che lo stadio fosse pieno di gente – ha ribadito il centrocampista Giorgio La Vista a nome anche dei compagni -, per noi il supporto dei tifosi è fondamentale. Ci danno sempre grandi emozioni, domenica dovremo essere un tutt’uno. Sappiamo bene quanto Siena tenga a questa partita e noi faremo di tutto per regalare loro una gioia». «Non ci sono scuse – ha tuonato il presidente dei Fedelissimi Lorenzo Mulinacci -, domenica chi vuole bene alla Robur deve essere al Franchi».
A.G.

Fonte: La Nazione