Pistoiese-Siena 0-4

PISTOIESE (4-5-1): Flauto (dal 22’ s.t. Stiavelli); Di Nunzio (dal 1’ s.t. Spadoni), Calanchi, Gemignani (dal 1’ s.t. Strufaldi), Elmi (dall’8’ s.t. Manfredi); Paolicchi, Arricca (dal 13’ s.t. Allori), Balleri, Semboloni (dal 38’ s.t. Fedi L.), Pieroni (dal 36’ s.t. Bessi); Lisi (dal 13’ s.t. Fedi F.). All. Agostiniani.
SIENA (4-4-2): Coppola (dal 22’ s.t. Ivanov); Ficagna (dal 35’ s.t. Cutrupi), Rossettini (dal 1’ s.t. Vitiello), Terzi (dal 1’ s.t. Odibe), Del Grosso (dal 1’ s.t. Rossi); Pettinari (dal 1’ s.t. Troianiello), Bolzoni, Carobbio (dal 1’ s.t. Marrone), Reginaldo (dal 22’ s.t. Mannini); Mastronunzio (dal 1’ s.t. Larrondo), Calaiò (dal 1’ s.t. Immobile). All. Conte.
Arbitro: Ferri di Pistoia
Marcatori: Calaiò all’8’ e al 39’ (su rigore) p.t., Bolzoni al 7’ e Larrondo al 44’ s.t.
Pistoia
Pistoiese e Siena hanno voluto, con questa amichevole, rinverdire i bei tempi passati.
Adesso le loro strade sono assolutamente divergenti. Il Siena, fresco retrocesso dalla serie A, vuole tenacemente tornarci sotto la guida di Conte; la Pistoiese, precipitata tra i dilettanti, vuole tornare almeno alle soglie del calcio professionistico.
Senza strafare, le squadre hanno dato vita ad un buon allenamento.
Nel Siena, privo ancora di capitan Vergassola, Kamata e Codrea (senza contare Mounard e Danti), ha esordito l’ex juventino Marrone, oltre a Cutrupi che è in prova. Anche la Pistoiese ha dovuto fare a meno degli attaccanti Stefanelli e Marrani e del centrocampista Righini. Sia Conte che Agostiniani hanno fatto giocare tutti gli uomini a disposizione.
Il risultatonon poteva essere che nettamente a favore dei bianconeri, che nel primo tempo hanno messo in mostra un eccellente Calaiò, già in buona forma, e un vivacissimo Reginaldo.
Calaiò ha segnato il primo gol da posizione defilata e il secondo su rigore che lui stesso si era procurato, atterrato da Flauto. E’ piaciuto anche Carobbio, mentre si è visto poco Mastronunzio, molto atteso alla prova.
Gli arancioni non hanno demeritato di fronte ai più forti avversari. Hanno ben presidiato il centrocampo con Paolicchi, apparso intraprendente e il più lucido nel ruolo di esterno offensivo, Balleri sempre vivo nel gioco e Semboloni. Unica punta ha giocato Lisi, all’esordio in maglia arancione; anche per questo la squadra non ha creato pericoli di sorta. In difesa, da rivedere Di Nunzio, al quale Reginaldo ha fatto vedere le streghe.
Nella ripresa, il Siena ha segnato altre due reti, la prima con Bolzoni che ha sfruttato una generale disattenzione della difesa e la seconda a fine gara con Larrondo, anche lui favorito da qualche incertezza di troppo dei difensori pistoiesi.
Enzo Cabella

Queste le dichiarazioni di Conte "Dobbiamo ancora crescere, ma sono contento perché dopo un mese si vede già l’impronta del lavoro che stiamo facendo". Sono le parole dell’allenatore bianconero Antonio Conte dopo la partita amichevole di Pistoia, vinta 4-0. "Iniziamo a essere squadra e questa è la cosa più importante – ha aggiunto Conte -. C’è ancora molto da fare, ma la condizione e il sistema di gioco stanno crescendo. Il nostro punto di partenza è che tutti siano al servizio della squadra e di un’idea di gioco, su questo ci stiamo impegnando al massimo contando di essere pronti per l’inizio del campionato". Domattina riposo per la squadra, con seduta video in programma in tarda mattina, nel pomeriggio seduta di allenamento a Colle Val d’Elsa con apertura al pubblico a partire dalle 18.15/18.30.
Fonte: La Nazione