Pisa, due offerte Oggi Petroni dirà quale preferisce

Il Pisa può essere salvato, basta volerlo. Ieri la cordata Corrado-Ricci e l’Ipm di Ruggeri hanno presentato le offerte vincolanti per l’acquisto alla Lega B (che aveva mandato a vendere) che poi le ha girate al club di Fabio Petroni. Il quale entro le 10 di oggi dovrà indicare quella che ritiene la migliore offerta per poi dar vita alla trattativa vera e propria. Ruggeri mantiene riserbo sulla proposta, i Corrado offrono a Petroni una cifra nettamente superiore ai 4,5 milioni di euro necessari per coprire i debiti e le pendenze (compreso il saldo che deve all’ex socio e ora d.g. Fabrizio Lucchesi). In caso di rifiuto di entrambe le offerte, il futuro del Pisa si preannuncia buio, sia sul campo sia fuori. Il piano B di Petroni e Lucchesi sarebbe quello di smantellare la squadra nel mercato di gennaio (con l’innesto di giovani e prestiti) per poi affrontare il doppio compito di evitare la retrocessione e il fallimento del club. L’auspicio di Abodi è che prima della metà dicembre la vicenda si risolva.

Fonte: La Gazzetta dello Sport