Più ombre che luci. Intervento di Lallo Meniconi

La vittoria sul Genoa ha ridato un po’ di respiro alla classifica asfittica del Siena. I bianconeri erano sempre stati in partita fino alla gara contro L’Atalanta, persa come ricorderemo assai malamente, ma dopo è calata una fitta nebbia, tanto da destare molte preoccupazioni. Le cause di questa involuzione possono essere molteplici e ognuno cerca di dare le risposte più disparate per spiegare questa difficile fase del campionato. Io mi limito solo a constatare un’ovvietà che ormai tutti conoscono e che oggi, di fronte alla realtà dei risultati, trova la sua conferma, ovvero che la Società non ha lavorato bene per sostituire giocatori come Gazzi, Brienza, Destro e Rossettini. I giocatori che sono arrivati non sono in grado di dare qualità e sostanza al gioco della Robur e quelli che sono rimasti non possono sempre tirare la “carretta” senza incorrere in cali di forma fisica, più che giustificati. Un discorso a parte riguarda Cosmi, che probabilmente non è riuscito ad adattare gli elementi a sua disposizione con il suo modulo di gioco.

Il film che è andato in onda fino adesso ha proposto scene poco incoraggianti.

Ze Love e Rosina non sono né punte né rifinitori, Valiani è forse più un centrocampista che un trequartista,  Martinez e Campos Toro non pervenuti, Rubin buono per la serie B (forse), Rodriguez un diamante allo stato grezzo, D’Agostino qualcuno si deve ancora accorgere che è rimasto nel Siena, Mannini irrecuperabile, Bogdani buono per fare numero in panchina. In questa girandola di mediocrità, si salvano solo Felipe, Neto e se trova continuità, Paci. Fortunatamente qualche buon segnale arriva dalla vecchia guardia, costituita dai vari Vergassola, Bolzoni, Del Grosso, Calaiò, Angelo e Pegolo, ma questo non può bastare.

In attacco, l’Arciere bianconero è sempre più solo e il ritorno fra breve di Larrondo non credo possa risolvere la questione in termini realizzativi, ma anche questa è cosa nota.      

Se qualcuno pensa che sia stato troppo severo nel giudizio, mi dica se riesce ha trovare qualche spunto positivo oltre quelli menzionati. Se non riusciamo a ritrovare la voglia e lo spirito che hanno animato le prime gare di campionato, difficilmente potremo sperare di salvarci.

 

Lallo Meniconi.