Pescara-Siena: Le pagelle del Fedelissimo

Pegolo Ha parato il possibile e anche di più quando il Pescara ha attaccato a testa bassa. 7
Terzi Brutta prestazione per il centrale senese, come i compagni di reparto. Nella ripresa ha sofferto troppo la fisicità delle punte avversarie. 5
Paci Anche per lui giornata da dimenticare contro in non irresistibili attaccanti biancocelesti. 5
Felipe Si fa trovare in ritardo troppo spesso. 5
Angelo Grande partita per il laterale bianconero. Le azione d’attacco partono quasi tutte dai suoi piedi e in più suggella la sua ottima prestazione con la prima rete in serie A. Il migliore 8
Vergassola Bella prestazione del capitano. Offre sicurezza e esperienza al centrocampo. 6,5
Della Rocca una vera diga del centrocampo, almeno fino a quando il Siena ha fatto la partita.6,5
Rubin  Primo tempo così così, nella ripresa viene surclassato dal nuovo entrato Celik. Ci mancano le sue scorribande. Speriamo si riprenda presto. 5
Rosina Nel primo tempo innesca con la collaborazione di Angelo, le molte azioni d’attacco nel Siena, ma cala anella ripresa. 6
Agra Gioca pochi minuti ma ridà fiato e fantasia al contropiede bianconero. 6,5
Sestu Gioca alla grande soprattutto nel primo tempo mettendo scompiglio nel reparto difensivo pescarese, sfiorando anche la rete. Se passasse la palla un po’ prima sarebbe perfetto, per questo gli diamo mezzo voto in meno. Crediamo che il Siena dovrebbe pensare di non lasciarselo sfuggire…7
Pozzi Gioca gli ultimi sprazzi, ma si fa vedere con un tiro potente che colpisce il palo. Che sia tornato? Noi crediamo di si. 6,5
Emeghara Quando meno te lo aspetti ecco che spunta fuori dal cilindro. Non gli riescono molte cose, prima della rete, ma è sempre attivo e impaurisce gli avversari. 6,5
Bolzoni n.g.

Positivo Per un’altra settimana siamo a galla, poi vedremo. Il primo tempo è stato ottimo, al contrario di quanto accade in casa. Azione costruite e contropiedi micidiali hanno messo in ginocchio il Pescara. La ritrovata forma fisica di Pozzi potrebbe farci sperare di vederlo in campo dall’inizio nella gara col Chievo.

Negativo La trasformazione avvenuta nella ripresa è inspiegabile. Giocavamo alla grande, il Pescara era alle corde e invece di mettere a segno il colpo del ko, abbiamo rischiato addirittura di perdere. La debacle della difesa, in più, è  un brutto campanello d’allarme, perché subire due reti dal Pescara non è normale. I motivi di questo vistoso calo fisico o mentale che sia,  devono essere trovati alla svelta, perché i prossimi avversari saranno molto più forti del Pescara.

Antonio Gigli

Fonte: Fedelissimo online