Pescara, allarme infortuni. L’emergenza è sempre a centrocampo

Sin dalle cessioni di Bjarnason e Cascione, mai rimpiazzati in sede di mercato, il centrocampo biancazzurro è apparso il reparto almeno numericamente più carente rispetto agli altri. Il resto nelle ultime settimane l'hanno fatto i tanti infortuni, che hanno letteralmente falcidiato la linea mediana a disposizione di Marino, che sabato col Siena andrà incontro all'ennesima emergenza totale in mezzo al campo. Fuori gioco Nielsen, Viviani e Rizzo, l'unico disponibile è Brugman, regista tra l'altro adattato nel ruolo, che qualora dovesse essere confermato il 4-3-3 delle ultime domeniche potrebbe essere affiancato da uno tra Zuparic e Kabashi. Il condizionale è però d'obbligo considerato che il difensore croato al di là dell'espulsione non ha affatto convinto con lo Spezia. Lento e macchinoso nel proporre l'azione e nel fare da filtro, l'esperimento Zuparic pare fallito ma le alternative valide non sono molte. Kabashi, seppur il test di Coppa Italia è stato non giudicabile, ha forse fatto vedere qualcosa in più fermo restando però che il giocatore non sembra al momento pronto per giocare titolare in Serie B. Per questo mister Marino starebbe pensando allo spostamento nel mezzo di Balzano oppure ad un cambio totale di modulo con il ritorno alla difesa a 4. In ogni caso Brugman dovrà essere affiancato da 1 o 2 adattati al ruolo e le scelte per Marino non sono affatto facili. È chiaro che il tecnico siciliano alla riapertura del mercato spingerà per l'acquisto immediato di almeno 2 centrocampisti. Per il momento si farà di necessità virtù, nella speranza di poter recuperare per il derby di domenica prossima con la Virtus Lanciano almeno Viviani. 
L'unica nota lieta dall'infermeria giunge da Sforzini, che a La Spezia ha nuovamente assaggiato il sapore del campo in una partita ufficiale. Il forte centravanti ex Bari e Grosseto spera nelle prossime gare di accumulare minuti importanti per aumentare la propria condizione ed essere al 100% dopo la pausa della B a gennaio. Fino ad allora Maniero offre ottime garanzie anche se lo staff medico del delfino dovrà essere bravo nel valutare l'effettivo recupero di Sforzini. La sensazione è comunque quella che il Pescara a gennaio tornerà sul mercato in ogni caso per ingaggiare una punta di peso.

Fonte: primadanoi.it