PERUGIA-SIENA: 0-3

PERUGIA (4-2-3-1): Giordano (1′ st Despucches), Anania (dal 42′ st Proietti), Pupeschi (1′ Zanchi), Mocarelli (1′ st Giuliacci), Cacioli (dal 44′ st Curti), Russo (1′ st Borghetti), Moscati (dal 19′ st Moneti), Benedetti (1′ st Borgese), Gucci (dal 12′ st Padovani), Clemente (dal 30′ st Sansotta), Ferri Marini (1′ st Luchini). All. Battistini
A disp.: Despucches, Zanchi, Borghetti, Giuliacci, Borgese, Proietti, Sansotta, Padovani, Moneti, Luchini, Curti

SIENA
(4-4-2): Brkic, Vitiello (dal 1′ st Angelo), Rossettini (dal 18′ st Pesoli), Terzi, Del Grosso (dal 18′ st Rossi), Mannini (dal 20′ st Sestu), Bolzoni (dal 5′ st Codrea), D’Agostino, Reginaldo (dal 26′ st Troianiello), Calaiò (dal 29′ st Paolucci), Brienza (dal 12′ st Destro). All. Sannino
A disp.: Pegolo, Angelo, Rossi, Pesoli, Troianiello, Sestu, Codrea, Paolucci, Destro
ARBITRO: Pasqua di Tivoli (Grispigni-Raparelli)
AMMONITI: nessuno
ESPULSI: nessuno
ANGOLI: 6-3
MARCATORI: 24′ pt Brienza (S), 41′ pt Mannini (S), 33′ st Destro (S)

A Perugia il Siena, con addosso le nuove casacche, gioca la penultima amichevole prima della Coppa Italia. In porta c’è Brkic, in difesa, a destra, torna Vitiello, Mannini fa il suo esordio in bianconero sulla fascia destra. Dall’altra parte Reginaldo. Brienza affianca Calaiò nel tandem d’attacco. Il nuovo arrivato Matteo Contini, in Umbria con i compagni, ha svolto esercizi a bordo campo prima del fischio di inizio.

Presenti al Curi, stadio in cui la Robur ha esordito in serie A, nel 2003, anche i Fedelissimi, con il loro striscione nel settore ospiti. In tribuna la vice presidente della bianconera Valentina Mezzaroma.

Gol a parte, la prima frazione di gioco non serve grosse emozioni: si parte con un timido colpo di testa al 4′ di Ferri Marini, il più vivace dei suoi. Poi al 9′ Pupeschi svirgola in area e regala un angolo al Siena che però non ne approfitta. Sugli sviluppi dell’azione ci prova Del Grosso dalla distanza: nessun problema per Giordano. Dietro Vitiello è sempre eattento sulle avanzate del dirimpettaio Ferri Marini, mentre Sannino, già all’11, inverte gli esterni. Al 12′ D’Agostino cerca Mannini, ma si alza la bandierina del fuorigioco. Al minuto successivo Reginaldo si divincola tra tre avversari e fa partire il tiro: para bene Giordano. Contropiede perugino al 14′: Benedetti dà a Ferri Marini, gli si oppone ancora Vitiello. Al quarto d’ora parte in velocità Pupeschi: cerca la porta, Terzi ben appostato, spazza via di testa in tuffo. Al 19′ bella apertura di Reginaldo per Mannini: il cross dell’esterno è però facile preda di Giordano. Sul fondo al 21′ la punizione di D’Agostino. Al 24′ Robur in vantaggio: Calaiò si libera con una finta di un avversario, serve Brienza che solo solo parte sul filo del fuorigioco, punta Giordano e, con grande freddezza, lo batte con il sinistro. Al 27′ ancora D’Agostino si incarica di battere un’interessante punizione. La sua cannonata sfiora l’incrocio dei pali. Al 32′ perfetto il suggerimento di Calaiò per Brienza, ribatte la retroguardia in maglia rossa. Il Perugia si vede al 35′ con una punizione sprecata dal capitano Clemente. Due minuti dopo Calaiò cade in area in un contrasto, ma l’arbitro lascia proseguire. Al 41′ Mannini segna il suo primo gol in bianconero: riceve palla, supera Giordano vince un rimpallo a tu per tu con Cacioli in scivolata e insacca.

Mentre il Perugia opera molti cambi a inizio ripresa, tra le fila bianconere il solo Vitiello non esce dagli spogliatoi. Al suo posto Angelo. Partono bene i padroni di casa: al 4′ Reginaldo devia in angolo una pericolosa punizione, al 6′ fuori il colpo di testa di Borghetti, fuori. All’8 spazza via di testa Rossettini. Il Perugia ha in mano il pallino del gioco, il Siena ci prova in contropiede con Calaiò (11′) che subisce fallo. Al 14′ bene Despucches sulla conclusione di Reginaldo. Sannino cambia gli uomini e cambia l’inerzia della gara con la Robur padrona del campo: al 24′ Destro riesce a liberarsi da due avversari, ma alla fine Despucches lo anticipa. Al 28′ Clemente tenta il colpo dalla distanza: conclusione deviata in corner. L’azione sfuma con il colpo di testo alto di Cacioli. Al 33′ terzo gol bianconero, a firma Destro: D’Agostino recupera palla, poi lancia perfetto al compagno che non sbaglia. Al 35′ Terzi alla disperata riesce a bloccare l’avanzata di Padovani verso Brkic. I ritmi della gara calano, la gara offre sempre meno emozioni. Almeno fino al 43′, quando Sestu di testa costringe Despucches all’intervento in tuffo. Finisce 3-0, grazie alle reti di Brienza, Mannini e Destro. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line