Perinetti su Coulibaly

Il caso Coulibaly sta facendo molto discutere e la recente intervista rilasciata al nostro sito dall’agente del giocatore ha fatto capire che la possibilità che il Siena riesca a fargli firmare il contratto non sono del tutto scontate. Su quest’argomento interviene il DS Giorgio Perinetti

“Di regola non contrattualiziamo i ragazzi del ’94, fatte salve quelle eccezioni che riguardano quei giocatori che sono nel giro delle varie rappresentative nazionali. Coulibaly è un ragazzo interessante e rientra tra coloro a cui sarà proposto un contratto. La sua convocazione nella nazionale della Costa d’Avorio è arrivata all’ultimo istante e inaspettata perché Coulibaly non era mai stato convocato in precedenza. Ne abbiamo parlato con il padre e siamo rimasti d’accordo che al suo ritorno gli avremmo proposto un contratto triennale, cosa che faremo sicuramente”

Si dice che su di lui ci siano molte squadre, qualcuna anche molto importante

“Si, il gran mondiale Under 17 che ha disputato lo ha posto in grand’evidenza ed è normale che sia finito sotto la lente dei grandi club. Ora dobbiamo essere intelligenti nel gestire il futuro del giocatore e questo nell’interesse di tutti.”

In altri termini cosa propone il Siena?

“Per essere più chiari sarebbe auspicabile che il giocatore firmasse il contratto con il Siena e che qualsiasi club a lui interessato venga a parlare con noi. Questo nell’interesse di tutte le componenti che abitualmente ruotano intorno ad un giocatore di quell’età, in primis lo stesso calciatore, poi la famiglia, la società che lo ha fatto crescere e gli agenti che ne curano gli interessi. Trattenere Coulibaly davanti alle richieste che ha ricevuto e riceverà sarà difficile, ma il Siena non vuole trattenere nessuno ed è disponibile a prendere in considerazione qualsiasi richiesta, ma ripeto un conto è una trattativa tra due società e un altro tra un club e il ragazzo e la sua famiglia. Sicuramente sarebbero maggiori i benefici che riceverebbe avendo alle spalle il Siena. Vediamo come evolverà la situazione, non possiamo fare altro.” (nn)

Fonte: Fedelissimo Online