Perinetti spiega i motivi per cui Paolucci si trovava ai margini della squadra

Giorgio Perinetti, Ds del Siena, ha parlato, attaverso le pagine del Giornale di Sicilia, della cessione di Michele Paolucci. “Noi tutti ci auguriamo che Paolucci, al Palermo, possa rilanciarsi, dopo la sua non felice esperienza al Siena. Gli auguro di trovare lo spazio che non ha trovato qui, anche perché lui è un giocatore del Siena, dunque un patrimonio da salvare. Da noi non ha trovato spazio soprattutto dopo avere espresso, questa estate, la volontà di giocare in un club di serie A, alla luce della retrocessione della nostra squadra, in serie B. Così abbiamo deciso di puntare su altri. Quando successivamente non si è perfezionato il suo passaggio al Chievo, è rimasto ai margini della squadra, anche perché l’allenatore, aveva già fatto le scelte e stabilito anche le gerarchie. La sua avventura alla Juventus cominciò e finì al contempo, quando c’era Ciro Ferrara, che lo volle in bianconero, ma poi fu esonerato e chi venne dopo di lui, non confermò il giocatore”. (Maria Concetta Casales)

Fonte: Tuttopalermo