Perinetti: il 30 incontreremo Sannino e insieme decideremo come muoverci

Sicuramente gli fischieranno le orecchie. Sempre di più, fino al termine del mercato invernale. Giorgio Perinetti sa che i tifosi ripongono in lui molte speranze, ma questo non gli impedisce di parlare del futuro con la consueta lucidità.

“Iniziamo un percorso per noi obbligatorio, non possiamo partire aggredendo il mercato, diciamo che inizialmente dobbiamo adeguarci allo stesso cercando di trovare una giusta collocazione a qualche elemento che, per un motivo o un altro, non rientra più nel nostro progetto.”.

Quindi prima si cede e poi si ingaggia?

“Oggi ho incontrato il presidente Mezzaroma e insieme abbiamo fatto una serie di valutazioni tecniche. Dovremo essere bravi a cedere alcuni calciatori e sostituirne qualcuno. Ho avuto l’input di reinvestire sul mercato una parte del ricavato, cercheremo di fare al meglio.”

Si parla dei soliti nomi o potrebbe esserci qualche partenza eccellente?

“Alcuni nostri giocatori importanti (Destro, Bolzoni, Gazzi ndr) hanno qualche richiesta, ma se decidessimo di cederli si presenterebbe la necessità di sostituirli e quindi un ulteriore problema. Cercheremo di trovare un’adeguata sistemazione a quegli elementi che sono stati poco o per niente impegnati.”

Qual è il reparto che più necessità di qualche innesto?

“Il 30 dicembre p.v. il presidente Mezzaroma ci raggiungerà in ritiro e parleremo con l’allenatore. Faremo il punto della situazione, analizzeremo attentamente la posizione di ognuno e decideremo insieme dove e come intervenire. Non ci vuole fretta, non ci è permesso, ma di tempo a disposizione ce n’è a sufficienza. Il primo step prevede alcune cessioni, quello successivo il rafforzamento della rosa.”

Quindi tutte le voci che leggiamo sono prive di fondamento….

“Assolutamente si, non abbiamo iniziato alcuna trattativa, solo qualche sondaggio e niente di più, ma un sondaggio non significa niente. Ci si informa, si chiede, si sonda, ma solo per capire quello che offre il mercato. Leggo nomi che sono assolutamente al difuori della portata della Robur, giocatori dall’ingaggio insostenibile. Seguiremo altre strade, cercando di migliorare”.

Si parla con insistenza del ritorno di Maccarone, che c’è di vero?

“Assolutamente niente, non abbiamo mai parlato di Maccarone con la Sampdoria. Maccarone è un giocatore che a Siena ha fatto bene, poi è stato ceduto e ora è nella Samp. Questa è la verità.”

(nn)

Fonte: Fedelissimo Online