PERINETTI: I RAGAZZI VI DARANNO GROSSE SODDISFAZIONI

 

 

“La squadra sta crescendo” a parlare è il diesse bianconero Giorgio Perinetti. “I ragazzi stanno interpretando sempre meglio ciò che vuole Conte – prosegue -, stanno facendo passi avanti nella metabolizzazione degli schemi, molto più velocemente delle nostre aspettative. Questo perché ogni giorno lavorano con umana sopportazione, con intensità e duramente senza mai lamentarsi. Vedrete che il gioco della Robur darà grandi soddisfazioni: tra poco rientreranno anche gli infortunati, Vergassola, Kamata e Mastronunzio, non possiamo che migliorare ancora”. Perinetti parla, naturalmente, anche di mercato: l’esterno. “Se riusciremo a trovare un giocatore che si adatti alla perfezione al gioco di Conte saremo al completo – spiega -. Il ruolo per come giocheremo, è dispendioso e un altro elemento sarebbe utile. Reginaldo potrebbe giocare anche come seconda punta. Mounard e Pettinari sono giocatori ai quali piace ricevere la palla sui piedi, ci servirebbe un altro esterno dalle caratteristiche di Troianiello e Kamata, che attacchi la profondità”. La difesa. “E’ sulla bocca di tutti – dice Perinetti -. Ma sinceramente mi sembra che i ragazzi si applichino. Tutti i reparti possono essere migliorati, ma solo con giocatori che facciano al caso. E’ inutile prendere qualcuno tanto per. Soltanto nel caso trovassimo un difensore ‘speciale’, di spiccati spessore, personalità e qualità, allora interverremmo, ma ciò può accadere solo alla fine del mercato, quando qualcuno non è magari contento della propria sistemazione. Per adesso non lo vedo. E sarebbe comunque inutile acquistare qualcuno solo per fare numero. Io e Conte siamo convinti che i difensori che abbiamo possano far bene”. Sullo scambio Tziolis-Schiavi. “Non si può neanche parlare di trattativa – ammette il ds -, ne abbiamo solo parlato. Ma Tziolis non è molto convinto di andare a Lecce, per Schiavi vale quanto detto sopra”. “Comunqe – aggiunge -, cercheremo di trovare il prima possibile una sistemazione ai bianconeri che non rientrano nei programmi. Noi abbiamo dato a questi ragazzi la massima disponibilità, loro devono fare lo stesso. Domani (oggi ndr) sarò a Milano e vedrò di risolvere, per quanto possibile, la situazione”.
Intanto, tra poco, arriverà Marrone. “E’ un giocatore di struttura – dice Perinetti -, ha un buon tiro e buoni tempi di inserimento. E’ giovane e deve completarsi tatticamente: per questo ci dispiace non averlo potuto avere durante tutto il ritiro. Conte, comunque, lo ha seguito quando era alla Primavera della Juve e lo conosce molto bene”. “E’ vero che abbiamo tanti giovani – conclude il responsabile dell’area tecnica bianconera -, ma per Conte non esistono titolari. Per questo l’organico deve essere importante: in serie B devi avere cambi sennò fai fatica. E poi c’è anche la Coppa Italia…”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line