PERINETTI E OSTI VERSO IL BOLOGNA

Il Bologna ha scelto Luca Baraldi. È lui il nuovo direttore generale dei rossoblù e, come confermato da un comunicato della società, prenderà servizio lunedì prossimo. (…)

All’arrivo di Baraldi ne seguiranno, molto probabilmente, presto altri. Al momento siamo alle forti indiscrezioni e non c’è ancora nulla di ufficiale ma, dopo Ricci, i prossimi due a dover lasciare spazio al nuovo corso saranno il direttore sportivo Fabrizio Salvatori (con i suoi collaboratori l’osservatore Adriano Polenta e l’ex team manager Massimo Tarantino) e il segretario sportivo Stefano Pedrelli. Salvatori, che ieri era in Grecia e oggi volerà in Inghilterra dove tenterà di piazzare Osvaldo (si parla del Fulham), è da tempo nel mirino della famiglia Menarini. I rapporti tra la proprietà e il direttore sportivo, che ha un contratto (500 mila euro l’anno) fino al 30 giugno 2011, sono tesi da tempo. Salvatori presentò le dimissioni ad ottobre 2008, subito dopo il ko di Cagliari che costò la panchina ad Arrigoni. Menarini le rifiutò, ma la situazione era già difficile dopo il caso-Mihajlovic e negli ultimi mesi la convivenza è diventata impossibile.

Al suo posto dovrebbe arrivare l’attuale direttore sportivo del Bari, Giorgio Perinetti. L’avvicendamento potrebbe avvenire al più tardi a fine gennaio, dopo il mercato. Menarini dovrà però trovare un accordo economico con Salvatori per liquidarlo. A occhio non si parlerà di spiccioli, ma di una somma vicino al milione. Strappare poi Perinetti al Bari non sarà facile. Anche il ds dei pugliesi ha un contratto fino al giugno 2011, ed è legatissimo alla famiglia Matarrese, ma Perinetti è tentato dall’avventura rossoblù e l’impressione è che la trattativa andrà in porto. Pure la corsa di Pedrelli pare al capolinea, nonostante al segretario sportivo tutti riconoscano infinita competenza delle norme calcistiche.

A sostituirlo sarà con ogni probabilità Stefano Osti: fino allo scorso giugno era alle dipendenze del Siena. Oggi è il segretario sportivo della Colligiana, squadra di serie C2, e lavora con una vecchia conoscenza rossoblù, Giorgio Bresciani che del club toscano è presidente. La rivoluzione è già scritta, i nomi dei protagonisti anche, bisognerà solo aspettare. Questione di giorni. Non tanti. (Francesca Blesio – Guido De Carolis)

Fonte: Corriere di Bologna