PER RAI E MEDIASET LA ROMA HA PERSO DA SOLA

I tanti sportivi che seguono le vicende calcistiche un po’ più superficialmente ed hanno assistito comodamente seduti sul divano di casa alle trasmissioni tv dove, domenica sera, si commentavano i risultati di calcio, si saranno chiesti: ma la Roma contro chi giocava? Chi erano quei giocatori bianconeri? La Juventus? L’Udinese? La domanda non ha avuto risposta. I giornalisti e gli ospiti che sproloquiavano sulla partita del Siena hanno ricordato, nell’ordine: la crisi di gioco della Roma, le assenze importanti, gli sbagli nella campagna acquisti giallorossa, addirittura gli errori arbitrali di De Marco come ha fatto il signor Tombolini, . E il Siena? Il fatto che al di là di tutto i bianconeri (senesi) l’avessero messa dentro e la Roma no, non ha nemmeno sfiorato le illustri menti dei commentatori televisivi. Non è che ci meravigliamo più di tanto, non è di certo la prima volta che i meriti delle piccole squadre non vengono messi in risalto, ma in altre occasioni qualche parolina, così tanto per dovere di cronaca, veniva detta, ieri sera nulla di tutto questo, niente di niente. A Controcampo (Rete4) hanno addirittura parlato più del nostro Fedelissimo nel servizio di satira calcistica che conclude la trasmissione che delle gesta calcistiche del Siena!
Non siamo d’accordo nemmeno con il buon Ligas, giornalista Mediaset presente a Canale 3 mercoledì sera. Alle obiezioni sopraelencate, cioè al poco spazio per alcune squadre e, soprattutto, il troppo per poche altre, ha parlato di dati di audience, di curve di ascolti, etc. A parte il fatto che c’è il dovere di fare bene il proprio mestiere e quindi se il Siena batte meritatamente la Roma ci sembra giusto sottolinearlo, ma la giustificazione di Ligas potrebbe andare bene solo per le tv commerciali. Non deve andare bene per la Rai, tv nazionale e servizio pubblico, e per questo obbligata dalla sua stessa natura a dover sottostare anche ad altre esigenze e non solo di audience. Sarebbe come se la Rai abolisse il Tg regionale del Molise perchè è visto da poca gente….

Va bene, pazienza, vorrà dire che noi cogliamo l’occasione per invitare tutti i senesi a spegnere il televisore la domenica sera, rivolgendole loro attenzioni a qualche bel film in dvd o a Sky e a godersi con gli amici le vittorie del nostro Roburrone, tanto più gradite quando a sformarci sono in tanti.

ps. per chi volesse far sapere ai suddetti signori la propria opinione, vi forniamo le email occorrenti:

domenicasportiva@rai.it  controcampo@mediaset.it   (Antonio Gigli)
Fonte: Fedelissimi