Pegolo: A Torino per mettere in difficoltà la Juve

Certezza della Robur, pedina insostituibile dell'undici bianconero, grande protagonista della stagione del Siena, comunque vada a finire, Gianluca Pegolo si sta confermando tra i migliori portieri della serie A. Sempre pronto quando deve fare gli straordinari, non sbaglia neanche se chiamato in causa una tantum (e sono le parate più difficili). Pure contro la Lazio, per l'estremo difensore, giusto un intervento, due a essere generosi. Ma in quei pochi secondi è stato decisivo. “Siamo riusciti a non prendere gol – ha detto Pegolo -, e questa è la cosa più importante. A me interessa soltanto la salvezza, il resto passa tutto in secondo piano: sarebbe davvero una grande impresa poter festeggiare alla fine la permanenza in serie A. A livello di reparto, fatta eccezione per 3-4 partite in cui abbiamo incassato tante reti, ed è stato comunque un calo generale della squadra, la difesa non ha mai demeritato. Chi se ne è andato ha fatto sempre il suo, chi è arrivato si è integrato subito bene e sta rendendo a buoni livelli”. L'impresa passa domenica da Torino. Juventus-Siena sarà forse la partita più difficile di tutto il campionato. “La Juve è una squadra fortissima – ha sottolineato il portiere della Robur -. Che ha più qualità di noi: per questo dovremo usare in campo ben altre armi. Inoltre loro arrivano dalla bruciante sconfitta con la Roma, Conte avrà caricato la sua squadra a molla, saranno concentratissimi. Ma anche noi stiamo preparando bene il match e andremo a Torino per mettere in difficoltà la capolista”. “Veniamo da un momento positivo al quale vogliamo dare seguito – ha proseguito Pegolo -. Ma non abbiamo un segreto per gli ultimi risultati centrati: ci siamo compattati, remando tutti insieme dalla stessa parte, abbiamo seguito a testa bassa Iachini, buttandoci sul lavoro. La strada però è ancora lunga e in salita, dobbiamo rimanere con i piedi per terra”. Quello che è certo è che il Siena non molla. “Certo che no – ha risposto l'estremo difensore -. Non l'abbiamo mai fatto e non lo faremo adesso. Anche nei momenti più difficili, quando la classifica era davvero sconfortante siamo andati avanti cercando di migliorarla.”. “Dopo la trasferta allo Juventus Stadium – ha poi aggiunto -, inizierà un mese decisivo per la nostra stagione. A partire dalla gara con l'Atalanta, ci aspettano tanti scontri diretti. Ma attenzione: le partite sulla carta più facili, alle volte sul campo sono le più difficili”. Dulcis in fundo, la bella notizia. “Il mio contratto scade nel 2014” ha chiuso Pegolo che ha smentito la notizia, riportata anche da alcune testate di settore, della scadenza a giugno 2013. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line