Parri: “Spero che venga fatta autocritica e si impari dagli errori fatti negli ultimi anni”

Alberto Parri è intervenuto a Canale3 Toscana per dire la sua sulla mancata iscrizione della Robur, facendo però capire di voler convocare una conferenza stampa per la giornata di domani per approfondire la questione.

Queste le sue parole:

Intervengo come nominato nel consiglio del Siena calcio, ma per entrare nel merito delle vicende ci sarà tempo più avanti. Tutti gli sforzi che sono stai fatti per salvare la nostra squadra sono risultati vani. Credo che per tutti noi sia un momento di stima amarezza e, anche se a caldo, voglio dire la mia.

Voglio dire che, riguardo a per questa brevissima esperienza che ho vissuto, meritano tutto il rispetto giocatori, tifosi,allenatori, dipendenti, i ragazzi delle giovanili e tutti quelli che hanno avuto a cuore le sorti della squadre della nostra città, che purtroppo esce sconfitta da questa vicenda. Io ho il dovere e mi sento di metterci la faccia, e lo faccio con gran serenità d'animo perché sono sicuro di aver fatto quanto nelle mie possibilità, andando forse oltre seguendo il cuore per salvare la nostra squadra.

Ho cercato di convogliare tutti gli sforzi in questo compito e di a tenere informati tutti color che erano coinvolti in questa operazione di salvataggio. Adesso credo di fare una breve conferenza stampa, probabilmente già domani, dove vorrò illustrare con chiarezza e trasparenza ciò che è avvenuto. Prima di parlare ritengo però di dovermi rapportare con Siena Insieme: domani dovremo fare un riunione del consiglio e dopo di che proporrò di effettuare la conferenza.

Ringrazio tutti quelli che hanno creduto fino in fondo in questa vicenda e mi viene dal cuore perché ho sentito attorno al mio lavoro e a Siena Insieme una solidarietà un'attenzione e una compattezza che non immaginavo. Chiudo dicendo di provare a pensare positivo e provando a voler dare un segnale di speranza. Mi auguro che questa città trovi tutte le forze necessarie per guardare avanti, con la caparbietà a il coraggio che ci viene della nostra storia. Credo che sarà necessario da parte di tutti fare autocritica su tutta una serie di posizioni, su cose dette e fatte negli anni, e non fare il grande errore di leggere questa vicenda solo nelle ultime pagine. Io ho la sensazione che andrà vista in maniera più ampia, per quanto fatto in tanti anni di gestione e in tanti momenti dove si è fatto finta di non vedere.

L’amministrazione comunale so che sta cercando di rifondare la nuova società e squadra e sono sicuro che troverà molti alleati in città perché sono molte persone si erano rese disponibili, non solo a parole, ad aiutare. Questo purtroppo sappiamo che non è avvenuto ed oggi è una giornata Trieste che non possiamo che concluder augurando all'amministrazione di risolvere prima possibile tutti i problemi che da qui in avanti si porranno e che personalmente non conosco benissimo. Speravo e mi ero illuso che la vicenda si potesse chiudere positivamente, quando invece tutti anno come è tristemente finita. Parleremo in conferenza stampa, dove vorremmo essere più chiari. Ma ripeto spero arrivino autocritiche da parte di tutti perché è una vicenda lunga da leggere e difficile da digerir. E per far sì che non si ricommettano gli errori degli ultimi anni, tutto andrà sviscerato con attenzione, letto sotto tutti gli aspetti e far si che Siena riparta in maniera importante e dignitosa.

Fonte: Fedelissimo Online