PARMA SIENA: LA TRASFERTA

Era la prima trasferta del dopo “decreto Amato” e c’era molta attesa per sapere cosa sarebbe cambiato. Ieri la prima risposta. Non è cambiato niente…..anzi. Facilitati dal fatto che il Parma ha come biglietteria ticketone e l’ha autorizzata a vendere anche i biglietti del settore ospiti, i tifosi senesi (circa 400) hanno acquistato regolarmente i biglietti in città senza avere l’obbligo di presentare il documento. I club hanno organizzato tre pulman (Fedelissimi, Corrente Bianconera e Val d’Arbia) più un pulman dell’associazione “Il Laboratorio”. Arrivati al casello di Parma ci attendeva la polizia che ci ha scortato a tutta velocità allo stadio. Siamo entrati nel settore ospiti con il biglietto strappato a mano dallo stewart  e con i tornelli non funzionati. Ci è stato impedito di portare le aste delle bandiere grandi, mentre è stato permesso ai tifosi di casa. Grande tifo fino al gol di Gasbarroni, dopo pian piano si è affievolito. Cori contro l’arbitro Tagliavento. Poi subentra la rassegnazione all’ennesima sconfitta che ci avvicina pericolosamente alla zona retrocessione. Rientro a Siena triste ma tranquillo.

fonte: siena club fedelissimi