Parma-Siena 0-0

PARMA (3-5-1-1): Mirante; Zaccardo, Paletta, A. Lucarelli (dal 1' st Belfodil); Rosi, Marchionni, Musacci (dal 23' st Acquah), Parolo, Gobbi; Biabiany, Amauri (dal 35' st N. Sansone). All. Donadoni
A disp.: Pavarini, Bajza, Maceachen, Morrone, Belfodil, Palladino, Acquah, N. Sansone, Benalouane, Fideleff, Ninis, Pabon

SIENA (4-2-3-1): Pegolo; Neto, Contini, Felipe; Angelo, Vergassola, Bolzoni, Del Grosso; Valiani (dal 22' st Mannini), Reginaldo (dal 44' st Sestu); Calaiò (dal 42' st Bogdani). All. Cosmi
A disp.: Campagnolo, Farelli, Dellafiore, Rubin, M. Coppola, Verre, Mannini, Sestu, Bogdani
ARBITRO: Celi di Barui (Rubino-Musolino/Liberti/Cervellera-Pairetto)
ANGOLI: 6-4
AMMONITI: 7' st Biabiany (P), 10' st Marchionni (P), 30' st Zaccardo (S), 37' st Mannini (S)
ESPULSI: nessuno
MARCATORI: nessuno
 

Una Robur di grande personalità guadagna un bel punto al Tardini di Parma, campo che ha visto vittime illustri e dove, in questa stagione, l'avevano spuntata per 1-1 solo Milan e Fiorentina. Finisce senza gol, con i bianconeri che si presentano alla sfida con il Pescara con sette punti in classifica e la zona salvezza a tre lunghezze.

Mister Cosmi è costretto a cambiare l'undici titolare già nel riscaldamento: Paci si infortuna, tocca a Contini. Dietro a Calaiò ci sono Valiani e Reginaldo. Donadoni sceglie Biabiany come compagno ad Amauri, con Rosi sulla corsia di destra e Gobbi sulla sinistra.

Al 3' su punizione di Valiani Calaiò di testa alza troppo sulla traversa. Dall'altra parte Del Grosso allontana il traversone di Rosi. Al 7' Angelo prova a sfondare, Gobbi devia, angolo per la Robur. Sugli sviluppi tentativo di sinistro del numero 3 bianconero, rimpallato: è il Siena ad avere in mano le redini dell'incontro in questo scorcio iniziale del match. Proprio Del Grosso appoggia male all'11, Amauri ne approfitta, ma Pegolo si allunga e blocca a terra la conclusione dell'italo brasiliano. Bell'azione di Reginaldo al 14': si libera di tre avversari e proprio dal limite dell'area carica il destro, centrale, para Mirante. Al 18' occasione per il Parma: su cross dalla destra fi Biabiany, Rosi anticipa Del Grosso, ma alza troppo. La Robur recupera palloni su palloni con Vergassola e Bolzoni, manca però la stoccata finale. Al 24' Mirante senza problemi sul tiro cross di Angelo. Al 27' Calaiò viene fermato dalla bandierina del guardalinee. Al 28' si vede il Parma: Contini spazza via il traversone di Marchionni, poi Musacci dalla distanza manda sul fondo. Dalla mezz'ora il Parma prova a guadagnare metri. Al 34' doppio tentativo di Zaccardo in mischia, provvidenziale Contini. Al 35' Parolo non trova lo specchio della porta. La Robur si difende a denti stretti. Al 41' Reginaldo in uno scontro con Lucarelli cade a terra toccandosi la spalla (il brasiliano aveva già preso una botta a inizio gara da Parolo): esce in barella, al suo posto Sestu. Partita maschia: al 45' ne fa le spese Calaiò, ma Celi grazia Musacci. Il primo tempo finisce con un corner per il Parma: Pegolo respinge con i pugni.

Neanche 25 secondi dall'inizio della ripresa (nel Parma al posto di Lucarelli Belfodil) che i padroni di casa impegnano Pegolo: sul cross del nuovo entrato Biabiany di testa costringe il portiere bianconero all'intervento in tuffo. Mentre l'incornata di Calaiò non crea pronlemi a Mirante, al 5' ottimo anche l'intervento di Angelo che di testa devia in corner il velenoso traversone di Marchionni. Al 7' Bibiany, diffidato, cade in area per un contatto (cercato) con Contini, Celi giustamente lo ammonisce. Al 9' Valiani ci prova di testa, la deviazione di Gobbi favorisce l'uscita facile del proprio portiere. All'11 Pegolo devia in corner con i pugni la conclusione dalla distanza di Musacci. Al 14' Parolo da lontano manda ancora sul fondo. Il Parma fa la partita, la Robur si affida alle ripartenze. In particolare con Angelo che però pecca di precisione nell'ultimo passaggio. Robur pericolosa al 17': Del Grosso serve Valiani, Mirante esce dall'area piccola e di piede anticipa il centrocampista. Mentre dall'altra parte Pegolo si allunga per deviare in corner, su Zaccardo, bell'azione bianconera al 19': ancora Valiani, su un altro cross di Del Grosso punta la porta, ci prova di sinistro, Paletta si rifugia con affanno in angolo. Stremato, Valiani, al 22' lascia spazio a Mannini. La sfida è aperta: al 25' Pegolo riesce a toccare quel tanto per trasformare in un tiro dalla bandierina la conclusione insidiosa di Marchionni. Al 28' Angelo calibra ancora male il cross per i compagni. Al 31' nessun bianconero riesce ad agganciare la lunga punizione di Del Grosso. Al 33' senza fortuna la rovesciata di Amauri, un minuto dopo Mirante risponde presente sul rasoterra di Sestu. Spinge il Parma: incredibile occasione per i gialloblù al 42': Pegolo, messo in difficoltà da Neto è costretto a regalare un angolo agli avversari, sugli sviluppi il portiere sbaglia l'uscita, Felipe salva sulla linea il colpo di tacco di Biabiany, alla fine allontana Neto. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line